Attenzione a questi farmaci assunti col caffè sono un gravissimo rischio per la salute

Farmaci e caffè un connubio pericoloso che in molti casi può portare a rischi gravissimi per la salute. Questo può accadere per imprudenza e scarsa conoscenza del pericolo. Che dipende da noi e non certo dai medici che ci avvisano sulla correlazione pericolosa tra le due sostanze. Allora attenzione a questi farmaci assunti col caffè sono un gravissimo rischio per la salute. Approfittiamo per ringraziare un caro amico medico che ha prestato la sua preziosa collaborazione per la stesura di questo articolo.

Il problema è soprattutto la caffeina

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Parlare di caffè significa per forza parlare di caffeina. Ed è proprio questa la sostanza che va a interagire con molti farmaci e molti trattamenti medici. Giusto per fare un esempio: chi soffre di asma e di difficoltà respiratorie deve stare attento all’unione tra broncodilatatori e caffè.

Ma devono stare molto attenti anche tutti coloro che soffrono di ipertensione e non devono unire l’effetto delle medicine a quello del caffè per evitare un pericoloso aumento del battito cardiaco.

Ma non dimentichiamo che anche dei semplici antinfiammatori e analgesici possono contenere sostanze in grado di annullare l’effetto benefico della terapia a contatto col caffè.

Attenzione a questi farmaci assunti col caffè sono un gravissimo rischio per la salute

Enoxacina, norfloxacina, grepafloxacina sono solo alcuni dei principi contenuti in molti degli antibiotici in vendita in farmacia. Tutti alleati nel devastante effetto collaterale di aumentare la caffeina che abbiamo assunto. Il loro incontro-scontro può portare a sintomi come vomito, nausea, attacchi di panico e addirittura convulsioni. Ecco perché quando siamo sotto trattamento antibiotico cerchiamo di evitare assolutamente di bere caffè.

Psicofarmaci e malattie cardiovascolari

La caffeina si scontra con effetti collaterali anche con le sostanze presenti negli psicofarmaci. Senza entrare nel merito dei complicati nomi dei principi attivi, ricordiamo che il loro incontro può scatenare delle aritmie cardiache molto pericolose.

La stessa cosa può succedere per chi sta seguendo una terapia medica contro l’ipertensione arteriosa e delle patologie cardiovascolari. Qui, addirittura c’è il rischio di perdite di sangue anche copiose per tutti coloro che stanno seguendo un ciclo di terapie con gli anticoagulanti.

Approfondimento

I 4 alimenti peggiori che indeboliscono la memoria elevando il rischio di demenza senile

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te