I 4 alimenti peggiori che indeboliscono la memoria elevando il rischio di demenza senile

Pesce azzurro, frutta e verdura, frutti di bosco, curry e zenzero sono alcuni degli alimenti che rinforzano il nostro cervello mantenendolo giovane. E fin qui abbiamo velocemente riassunto la lista benefica che spesso andiamo a cercare su internet. Ma di contro pochi pensano a quelli che sono i cibi che fanno male al nostro cervello. Ecco, dunque i 4 alimenti peggiori che indeboliscono la memoria elevando il rischio di demenza senile. La scienza dell’alimentazione e un po’ come le operazioni della matematica: segno più ai cibi che fanno bene, segno meno a quelli che fanno male. Difficile trovare la mezza misura.

Il nemico del momento per il nostro cervello

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

Tra alimenti e sostanze dannose per il nostro cervello ecco il pericolo forse numero 1 del momento: le bibite gasate e zuccherate. Sappiamo tutti bene quanto sia piacevole una bibita fresca e magari con qualche cubetto di ghiaccio in queste calde giornate. Ma l’elevato contenuto di zuccheri che andranno a concentrarsi nel sangue aumenteranno il rischio di malattie degenerative come l’Alzheimer. Lo testimonia anche un recente studio americano.

I 4 alimenti peggiori che indeboliscono la memoria elevando il rischio di demenza senile

Tra gli alimenti sconsigliati dalla scienza alimentare per non gravare sul cervello ci sono anche i cibi pronti. Parliamo di snack, patatine, merendine e molti sughi pronti nei quali abbondano i cosiddetti grassi idrogenati. Abusare di questi prodotti significa velocizzare il processo degenerativo del nostro cervello.

Attenzione anche a usare troppo aspartame, lo zucchero artificiale molto usato soprattutto dalle signore. Sempre secondo gli studi alimentari consultabili in rete, eccedere con l’aspartame può provocare dei rallentamenti dei processi cognitivi.

Non bisogna abusare degli alcolici

Che l’alcol faccia male non è certo una scoperta, ma attenzione che pochi sanno il suo effetto devastante sul cervello. Una volta si diceva che bere troppo rovinasse fegato e reni, cosa assolutamente ancora vera. Studi internazionali recenti hanno però anche dimostrato che bere troppo ridurrebbe addirittura il volume della massa cerebrale. A rischio ci sono addirittura i neurotrasmettitori, cioè quelle sostanze fondamentali per dirigere le attività del cervello, del cuore e di tutto l’organismo.

Approfondimento

3 qualità benefiche dell’ananas che nessuno conosce e una è davvero vitale

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te