Attenzione a questa infezione da spiaggia altamente contagiosa che aggredisce la pelle di bambini e adulti, come riconoscerla e come curarla

Finalmente si può andare in spiaggia dove i bambini amano rotolarsi nella sabbia e divertirsi giocando in acqua. La vita all’aperto e la pelle nuda ci espongono al rischio di infezioni cutaneee. Se notiamo delle lesioni strane sulla pelle dei bambini potrebbe trattarsi di impetigine. Attenzione a questa infezione da spiaggia altamente contagiosa che aggredisce la pelle di bambini e adulti, come riconoscerla e come curarla.

Che cos’è l’impetigine

L’impetigine è un’infezione della pelle che si manifesta soprattutto in estate a causa del caldo e dell’umidità che favoriscono il prolificare di alcuni batteri. I batteri che la provocano sono lo streptococco e lo stafilococco. Questi si annidano spesso nella sabbia ma anche nelle acque poco purificate. Si può contrarre anche in piscina o al mare se non vi è una corretta depurazione delle fonti inquinanti. Il nome dell’impetigine deriva dalla parola latina “impetere” che significa assalire. Questa infezione, infatti, non solo aggredisce la pelle con lesioni purulente ma tende anche a diffondersi velocemente sul corpo ed è molto contagiosa.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Attenzione a questa infezione da spiaggia altamente contagiosa che aggredisce la pelle di bambini e adulti, come riconoscerla e come curarla

L’impetigine è un’infezione delle pelle molto subdola perché all’inizio non si riconosce facilmente. Le lesioni da impetigine somigliano infatti a delle normali escoriazioni che i bambini spesso si provocano con delle cadute o grattandosi. Guardando bene queste lesioni si nota una forma arrotondata, coperta di crosticine e bollicine di pus. Attorno alle ferite si espandono le lesioni da impetigine e tendono a contagiare altre parti del corpo e anche altri bambini e familiari.

Come curare l’impetigine e quali accorgimenti prendere per evitare il contagio

Se si notano queste lesioni tipiche da infezione da streptococco o stafilococco bisogna subito consultare il pediatra. Con un semplice sguardo l’occhio esperto del medico riconoscerà il tipo di infezione e prescriverà una cura antibiotica locale. In caso di lesioni diffuse potrebbe essere necessaria una cura antibiotica orale.

Cosa possiamo fare per prevenire l’espandersi dell’infezione e il contagio?

Bisogna lavare bene la zona affetta con sapone neutro e idratarla con olio di mandorla o altre creme prive di agenti aggressivi. Dopodiché bisogna asciugare la ferita e coprirla con una benda affinché non entri in contatto con i vestiti e non si propaghi in altre zone del corpo. È necessario separare tutti gli asciugamani e cambiare spesso quelli della persona che ha l’infezione. Bisogna cambiare spesso il bendaggio e ripetere lavaggio, idratazione e applicare la crema antibiotica almeno 3 volte al giorno. Un altro accorgimento è quello di tagliare bene le unghie del bambino ed evitare che si gratti le zone affette.

Ecco come riconoscere l’impetigine e come trattarla per curarla in modo efficace e veloce ed evitare diffusione su tutta la pelle e contagi.

Approfondimento

Come arredare una cameretta per bambini di 1-3 anni secondo Maria Montessori

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te