Attenzione a non acquistare questi cibi vietati in Italia perché dannosi per la salute

Una buona alimentazione è alla base della qualità della vita e ci consente anche di contrastare determinate patologie. Quindi, dobbiamo stare molto attenti ai cibi che mangiamo, in quanto il loro uso inciderà sul nostro futuro. In proposito, come è noto alcuni cibi sono vietati dalla Legge, perché pericolosi per la salute o non etici. Essi, non si possono produrre, vendere, comprare e mangiare. Tuttavia, c’è sempre qualcuno che li vende sottobanco e, se glieli chiediamo, ce li procura.

Si tratta talvolta di cibi che utilizzavano le nostre nonne. Essi, pertanto, sono entrati a far parte della nostra tradizione culinaria, talvolta di alcune zone o famiglie. Tuttavia, si consiglia di fare attenzione a non acquistare questi cibi vietati in Italia, perché dannosi per la salute! Ma scopriamo anche perché sono illegali.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

Quali sono i cibi che non dobbiamo acquistare

Anzitutto, il Sanguinaccio, cioè il sangue di maiale, che abbiamo visto utilizzare spesso in passato nelle nostre case. Si tratta di un dolce campano, tipico del periodo di Carnevale, il cui ingrediente principale è proprio il predetto elemento. A partire dagli anni 90, per ragioni igienico-sanitarie, se ne è proibito l’uso.

Vietato in Italia fin dal 1992 e in altri Paesi del Mondo, è, inoltre, il pesce Palla. L’unico Paese che lo autorizza a fini alimentari è il Giappone. La ragione del divieto risiede nel fatto che la sua carne può contenere un veleno più potente persino del cianuro. Quindi, può essere pericolosissimo per la salute qualora ne rimanesse un residuo, anche dopo la pulizia e cottura.

Attenzione a non acquistare questi cibi vietati in Italia perché dannosi per la salute

Altro alimento vietato, tipicamente francese sono i Foie gras, che letteralmente è il fegato di anatra o di oca. Si tratta di un alimento vietato nella maggior parte degli Stati europei, a causa dei discutibili metodi di produzione che lo caratterizzano. Gli animali, infatti, vengono fatti ingrassare tramite l’alimentazione forzata.

Ancora, vietata dal 2014 in Italia, è la cacciagione di uccellini, quali: allodole, tordi, fringuelli e beccafichi. Questi delicati volatili, rappresentavano una specialità della cucina bresciana, fatta con la polenta.

A seguire, considerato in contrasto con le norme igienico sanitarie e bandito a livello europeo, è il Casu marzu. Si tratta del formaggio con i vermi, considerato il più pericoloso del mondo, anche se utilizzato per lungo periodo.

Altri cibi vietati perché illegali

Sono oramai 30 anni che i datteri di mare sono illegali in tutta Europa ma continuano ad essere somministrati sottobanco. Ciò in quanto il loro divieto non è dovuto a ragioni igienico-sanitarie, ma legate alla produzione. Infatti, il loro processo di raccolta, causa la distruzione dei litorali e mette a rischio la biodiversità marina.

Infine, abbiamo il divieto che riguarda la carne di cane e gatto, il cui uso è, invece, frequente nei Paesi orientali. Il divieto del loro uso alimentare, pur non essendo esplicito, si trae dalle norme a tutela degli animali domestici.

Approfondimento

Questi 6 cibi fanno al male al cervello aumentando il rischio di demenza

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te