Questo filetto Kobe è un grande passo in avanti nella produzione di carni sintetiche 

In Giappone viene allevata una particolare razza bovina, da cui si ricava il pregiatissimo manzo Wagyu. Da essa si ottengono delle qualità di tagli che hanno avuto molto successo, tra cui il filetto Kobe. Questa carne è una fonte di proteine di qualità elevata e di ferro facilmente assimilabile dall’organismo. Inoltre ha una elevata quantità di grassi saturi, molto più delle altre razze di manzo. Una delle sue caratteristiche più riconoscibili è la sua tipica marezzatura, cioè la presenza di venature di grasso all’interno del suo tessuto muscolare. Si distinguono tra le fibre rosse della carne cruda di qualità più elevata, di cui il filetto Kobe fa parte.

Recentemente, degli scienziati sono riusciti a ricreare in laboratorio questo prezioso e pregiato taglio di carne, servendosi di una stampante 3D. Un importante passo in avanti nella creazione di carni sintetiche e potenzialmente più sostenibili per l’ambiente.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO POTENZIALE FINO AL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Questo filetto Kobe è un grande passo in avanti nella produzione di carni sintetiche

È una vera e propria rivoluzione: si tratta di una carne sintetica molto simile all’originale, con tanto di muscoli, grasso e vasi sanguigni. Il punto di partenza della riproduzione sono state le cellule staminali isolate del manzo Wagyu. Gli scienziati hanno compiuto un lavoro lungo e difficile, ma questo filetto Kobe è un grande passo in avanti nella produzione di carni sintetiche.

Tutto è cominciato dal 2017, quando la Nova Meat ha prodotto la prima bistecca al mondo utilizzando questa tecnica. Gli scienziati hanno spiegato che in futuro potrebbe essere possibile personalizzare i tagli di carne e adattarli alle preferenze dei consumatori. Questi esperimenti stanno suscitando molto interesse, tanto da ottenere un grosso incremento di finanziamenti. In alcune parti del mondo, come Tel Aviv o Singapore, è già possibile mangiare la carne sintetica. Presto, però, quest’alternativa sostenibile potrebbe però giungere anche nel resto del mondo.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te