Arrivano 500 euro di Bonus INPS ai genitori con figli a carico che presentano domanda

Le spese in famiglia quando sono presenti dei figli sono sempre piuttosto onerose e far quadrare i conti non è sempre facile. Ancor di più se il proprio figlio ha particolari esigenze o necessità. Per questo motivo lo Stato fornisce diversi aiuti economici ai quali spesso si accede tramite richiesta. La Legge di Bilancio 2021 ha voluto un ulteriore sussidio da erogare in favore delle famiglie che prevede un assegno mensile per 3 anni. Il recente decreto interministeriale Lavoro-Economia ha reso note le modalità operative del sussidio come vediamo di seguito.

Sono tanti e diversi gli aiuti statali per le famiglie

Le agevolazioni economiche che le famiglie possono richiedere allo Stato sono molte e differenti. Ad esempio, chi non ha diritto agli assegni familiari, può ottenere fino a 217 euro mensili di Bonus alle famiglie con ISEE entro 50.000 euro. Invece, chi è in attesa di un nuovo figlio, può richiedere fino a 120 euro di Bonus anche quando l’ISEE supera i 40.000 euro.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Attualmente, il ventaglio delle agevolazioni si allarga e arrivano 500 euro di Bonus INPS ai genitori con figli a carico che presentano domanda. Si tratta dell’agevolazione prevista dall’articolo 1, commi 365 e 366, della Legge n. 178/2020 per i triennio 2021-2023. I genitori che hanno a carico dei figli con disabilità non inferiore al 60% potranno ottenere un assegno che può raggiungere i 500 euro mensili. Una condizione necessaria sono i requisiti economici che prevede il regolamento e quelli sanitari.

Arrivano 500 euro di Bonus INPS ai genitori con figli a carico che presentano domanda

Sarà direttamente l’INPS ad erogare il Bonus mensile e nel caso di accettazione della domanda, l’importo sarà disponibile già dal prossimo gennaio. I genitori che possono presentare domanda sono coloro che versano in stato di disoccupazione. Essi dovranno certificare redditi da lavoro dipendente non oltre gli 8.145 euro annui che diventano 4.800 euro se lavoratore autonomo. Possono inoltrare la richiesta anche i genitori monoreddito o titolari di un trattamento previdenziale che appartengano ad un nucleo familiare monoparentale.

La residenza in Italia è un vincolo fondamentale così come un ISEE non superiore a 3.000 euro. Il genitore che presenta domanda deve avere a proprio carico un figlio con disabilità non inferiore al 60%. Ricordiamo che il figlio si considera a carico se ha un’età compresa nei 24 anni ed un reddito personale non oltre i 4.000 euro annui. Oppure se è maggiore di 24 anni ed ha un reddito personale annuo non superiore ai 2.840,51 euro. L’assegno che il genitore potrà ricevere ogni mese si calcola in base al numero di figli disabili a carico. Se si tratta di un solo figlio, il Bonus ha valore di 150 euro al mese. Con due figli il sussidio sale a 300 euro e con tre o più figli raggiunge quota 500 euro. Nel breve termine l’INPS fornirà le istruzioni per presentare domanda per l’ottenimento.

Approfondimento

Le 3 agevolazioni economiche che le vedove possono ottenere sul conto corrente

Consigliati per te