Altro che termosifoni questo è il modo efficace per asciugare i panni in casa col freddo e l’umidità

Siamo oramai in autunno inoltrato e le piogge cominciano a portare umidità in casa. Un problema che affligge molte famiglie e di cui è sempre difficile trovare una soluzione adeguata. Se poi pensiamo anche che non possiamo stendere i panni fuori come durante l’estate, la situazione si complica un poco di più. Tuttavia per risolvere il problema, altro che termosifoni questo è il modo efficace per asciugare i panni in casa col freddo e l’umidità.

L’umidità che abbiamo in casa

La nostra casa potrebbe diventare un piccolo concentrato di umidità, fino ad impregnare i vestiti nei cassetti e negli armadi. Anche i nostri comportamenti la favoriscono, forse senza saperlo. Uno di questi è cucinare senza accendere la cappa o aprire leggermente la finestra. Un altro errore che fa accumulare umidità è non far arieggiare l’abitazione. Un altro ancora è far asciugare i panni in casa, senza le dovute precauzioni.

Altro che termosifoni questo è il modo efficace per asciugare i panni in casa col  freddo e l’umidità

La cosa migliore in inverno sarebbe asciugare i panni in un’asciugatrice. I modelli attuali non consumano molto e raccolgono l’umidità dei panni, in un contenitore sotto forma di acqua demineralizzata. Questa è molto utile per un riutilizzo con il ferro da stiro.

Senza usare l’asciugatrice, si potrebbe impostare un programma di lavaggio che asciughi di più. Il bucato può ricevere una doppia centrifuga, semmai al numero giusto di giri in modo che i capi non si stropiccino. Questo sistema ci permette di avere, alla fine, dei panni più asciutti da stendere, senza far disperdere troppa umidità nell’aria.

Come far asciugare i panni

Dopo la centrifuga si stendono i panni sullo stendino. Per fare asciugare i panni potremmo sfruttare 3 possibilità: il vento, il calore e l’aria secca. Il vento asciuga tutto, il calore fa evaporare l’umidità dai panni e l’aria secca l’attira come una calamita.

Si potrebbe creare del vento che possa asciugare i panni. Per far questo è possibile aprire le finestre o mettere davanti allo stendino un buon ventilatore. Alcuni modelli hanno anche la funzione di aria calda, che velocizza l’evaporazione e asciuga i panni.

A finestre chiuse, si può impiegare un deumidificatore che assorba l’umidità dall’aria e dai panni stessi. Si tenga presente però che se abbiamo i termosifoni accesi, l’aria dovrebbe essere già abbastanza secca. Mai comunque mettere i panni sui termosifoni ad asciugare, lo sentiremmo sulla bolletta.

Se un deumidificatore potesse sembrare un sistema eccessivo, si potrebbe utilizzare il classico cloruro di sodio. Non sarebbe altro che del sale da cucina grosso, per dei risultati eccellenti, come spiegato nell’approfondimento più in basso. In questo modo i panni dovrebbero asciugare più facilmente del previsto.

Insomma con del sale e un ventilatore o un termoventilatore, dovremmo cavarcela egregiamente.

Approfondimento

Contro umidità e muffe di muri e pavimenti in molti dimenticano questo efficacissimo rimedio fai da te

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te