Adagiato in una verde vallata questo borgo medievale è una perla dove mangiare bene e degustare vini e oli pregiati 

“Mangiare è uno dei piaceri della vita”. Così si è soliti dire. Sicuramente, in fatto di buon cibo, l’Italia non ha grandi rivali. Da Nord a Sud, ogni regione vanta prodotti gastronomici tipici e ricette della tradizione che si tramandano da generazioni. La varietà enogastronomica che offre il Bel Paese è eccezionale. In ambito enogastronomico, si riconosce infatti una certa peculiarità anche a livello di singole città, paesi ed aree territoriali circoscritte. È tipico del Nord-Est un primo piatto che appaga il palato ed affascina con la sua storia leggendaria. Gli amanti del cioccolato resteranno invece estasiati dai golosi dolcetti tipici di un paese di mare come Alassio.

Quando si viaggia, oltre a visitare i monumenti e le attrazioni distintive di una determinata zona, si cerca di mangiare e bere prodotti tipici. D’altra parte, il cibo è un elemento culturale. Soprattutto quando si è all’estero, assaporare gusti e sapori diversi dai soliti a cui siamo abituati, ci permette di avvicinarci alla cultura di un certo Paese a tutto tondo. In questo articolo presenteremo un’incantevole località dove trascorrere un bel weekend di fine primavera e inizio estate.

Adagiato in una verde vallata questo borgo medievale è una perla dove mangiare bene e degustare vini e oli pregiati

Nella parte settentrionale dell’Umbria, ad una trentina di chilometri circa da Perugia, si trova Umbertide. Un borgo di antiche origini che sorge nel territorio dell’Alta Valle del Tevere, in una vallata verdeggiante sovrastata dal Monte Acuto. Simbolo di Umbertide è la sua Rocca, anche chiamata Rocca di Fratta (nome antico del paese), si tratta di una splendida fortezza medievale che, da sempre, costituisce il simbolo del borgo stesso. Con due bastioni e l’alta torre è assai imponente. Oggi ospita il Centro di Esposizioni d’Arte Contemporanea, con prevalenza di opere in ceramica di artisti locali.

Passeggiando placidamente tra i vicoli medievali del borgo, meritano una visita altri pregevoli edifici, come la Collegiata, dalla pianta ottagonale, e la chiesa di Santa Croce, oggi trasformata in museo. Da segnalare anche la chiesa di San Bernardino, quella di Santa Maria della Pietà e la chiesa di San Francesco, che è la più antica di Umbertide. Le sue origini risalgono infatti al 1299. Considerando la sua posizione, adagiato in una verde vallata, questo incantevole borgo offre anche la possibilità di fare attività fisica nel bel mezzo della natura. Lungo il Tevere, vi sono infatti alcuni sentieri naturalistici caratterizzati da percorsi pedonali e ciclabili, ideali per lunghe passeggiate.

Tipicità enogastronomiche locali

Come premesso, Umbertide è anche il luogo ideale dove rifocillarsi. Nel centro storico, ci sono numerose locande dove poter assaggiare i piatti della tipica cucina umbra. Tra le varie specialità, oltre ai salumi di antica e sapiente arte norcina e al tartufo locale, segnaliamo piatti tipici come le fettuccine con rigaglie di pollo, i cappelletti alla “fratteggiana” e il pollo alla cacciatora con polenta. Ovviamente, il pasto non potrà non cominciare con dei crostini o delle bruschette per assaporare l’eccellente olio extra vergine della zona, dal sapore intenso e fruttato. Inoltre, gli amanti del buon vino si trovano nel posto giusto. Vi sono infatti diverse cantine che offrono la possibilità di fare tour dell’azienda vinicola con annessa degustazione di vini locali, spesso accompagnati da un tagliere di salumi e formaggi del territorio.

Lettura consigliata

Nel cuore della Toscana, questo borgo medievale tra i più belli d’Italia regala momenti idilliaci col placido fiume e l’antico mulino

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te