L’acqua dello scarico del wc non smette di scendere? Abbiamo il rimedio

Nel nostro bagno, il wc è il sanitario fondamentale, per quanto ne sia odiata la manutenzione. Quando bisogna fare pulizie è l’ultima cosa che si vuole andare a toccare. Ma se ha un problema ha priorità su tutto il resto. La seccatura più nota è quando si ottura. Per questo conosciamo ormai i più svariati prodotti per risolvere il dramma. Ma se l’acqua dello scarico del wc non smette di scendere? Abbiamo il rimedio anche per questa situazione. Una soluzione economica che ci eviterà di dover chiamare l’idraulico.

Cosa non funziona?

Il problema in questo caso riguarda due componenti della cisterna che raccoglie l’acqua che scarichiamo nel water. Sia che la cassa sia a vista o dentro la parete, il principio è lo stesso.

Il primo componente è il galleggiante. Questo si alza mentre la cisterna si riempie d’acqua. Raggiunto un determinato livello si dovrebbe fermare poi riabbassare leggermente e impedire ad altra acqua di entrare perché la cassa è piena. Se il galleggiante blocca troppo in alto, si attiva un meccanismo di sicurezza per non far straboccare l’acqua dalla cisterna. Il meccanismo fa uscire dell’acqua che va nel wc. Questo genera quel flusso continuo di scarico nel wc.

L’altro componente è il sistema di chiusura della bocca di scarico. Questo può bloccarsi e non chiudersi più bene causando sempre lo stesso problema. Ma quindi se l’acqua dello scarico del wc non smette di scendere? Abbiamo il rimedio, ecco quale e perché.

Ecco il trucco se l’acqua dello scarico del wc non smette di scendere

A causare questi problemi, a bloccare questi componenti nei loro meccanismi è il calcare. Sì, si può formare calcare anche nella cassa del wc e molto più di quanto ci potremmo aspettare. Tanto da far incastrare in alto il galleggiante e non farlo più scendere. Tanto da interporsi tra la bocca dello scarico e il pilastro di chiusura e non permettere l’adesione completa tra i due. Per fortuna per risolvere basta versare nella cassa dell’aceto di alcol. La cassa può essere sia svuotata, chiudendo l’acqua e scaricando successivamente.

Oppure si può anche diluire il prodotto nella vasca piena a metà. L’aceto di alcol scioglierà tutto il calcare pulendo i dispositivi e facendone riprendere il corretto funzionamento. Il tempo di azione della sostanza dipende dalla quantità di calcare che si è formata. Si può farlo agire anche durante l’arco della notte. Ecco svelato come risolvere il problema semplicemente con un prodotto reperibile in supermercato ed a pochi centesimi.

Consigliati per te