Abbassiamo la glicemia e trasformiamo il colesterolo cattivo con questa pianta

Nella storia passata abbiamo visto come moltissime civiltà usassero le piante per curarsi. Oggi alcune teorie sono state accantonate, mentre invece altri studi hanno dimostrato come alcune piante siano ancora oggi utili al nostro organismo.

Possiamo passare dal banale concetto di nutrizione sana, che poi tanto banale non è, a quelle piante magari più rare che invece vengono usate nella medicina ayurvedica.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

Abbassiamo la glicemia e trasformiamo il colesterolo cattivo con questa pianta

Qui sulle nostre pagine ci sono moltissimi articoli che trattano proprio questi due temi. Ma come possiamo abbassare la glicemia e trasformare il colesterolo cattivo? Questo è possibile grazie ad una semplice pianta.

Lo psillio

Questa pianta è da tempo usato nella medicina ayurvedica. Ma ci sono anche degli studi che confermano i suoi benefici per l’essere umano.

Allora abbassiamo la glicemia e trasformiamo il colesterolo cattivo con questa pianta. Ma non solo glicemia e colesterolo, perché lo psillio è utile anche per altri disturbi.

La glicemia

Partiamo dalla glicemia. Uno studio, pubblicato su Journal of the American College of Nutrition, spiega come le fibre viscose idrosolubili di psillio potrebbero essere un metodo efficace per ridurre la risposta glicemica di un pasto in persone adulte sane.

Il colesterolo

Lo psillio è utile anche contro il colesterolo cattivo. Infatti secondo uno studio, pubblicato sul Journal of Diabetes and its Complications, la cuticola di psillio potrebbe essere utile a combattere il colesterolo cattivo, promuovendo invece quello buono.

Dove si trova?

Funziona come un integratore da prendere con dell’acqua. E si trova intera, in polvere o in capsule. Prima di prenderla è necessario leggere bene l’etichetta del prodotto per assumerla nel modo corretto. Si usa molto spesso per la pulizia dell’intestino.

Prima di assumerla però per qualsiasi motivo si consiglia sempre di consultare il proprio medico e di seguire sempre i consigli di questo.

Approfondimento

Pochi sanno che bisogna inserire questa verdura nella dieta per trattare questa insufficienza.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te