A Wall Street il minimo annuale verrà segnato fra febbraio e marzo. I livelli di breve termine

Sono queste giornate interlocutorie dove i listini azionari internazionali continuano a muoversi in ordine sparso. In contesti similari la fase laterale è continuata anche per un mese consecutivo prima di dare spazio a nuova direzionalità.

Cosa attendere quindi da ora in poi? La tendenza giornaliera e settimanale è ribassista e quiindi si presuppongono nuovi ribassi. Fra alti e bassi continui e lateralità, questo movimento dovrebbe portare a un bottom fra fine febbario e fine marzo.

La nostra view è la seguente: a Wall Street il minimo annuale verrà segnato fra febbraio e marzo. Al momento, rimane quindi elevata la probabilità che il minimo di gennaio verrà rotto al ribasso a febbraio e quello di questo mese, probabilmente a marzo.

Procediamo per gradi.

Ieri i mercati americani sono rimasti chiusi per festività. Alla chiusura di contrattazione del 14 gennaio i prezzi hanno segnato i seguenti valori:

Dow Jones

35.911,81

Nasdaq C.

14.893,75

S&P 500

4.662,85.

Attesa tendenza ribassista per i primi mesi dell’anno

Il nostro percorso campione su scala settimanale per l’anno 2022

In blu il grafico dei mercati americani

Quali sono le previsioni per questa settimana?  

Fase laterale rialzista fra martedì e mercoledì e poi nuovi ribassi fino a venerdì.

A Wall Street il minimo annuale verrà segnato fra febbraio e marzo. I livelli di breve termine

Dow Jones

Tendenza ribassista di brevissimo fino a quando non si assisterà ad una chiusura giornaliera superiore ai 35.997. Rialzi duraturi solo con una chiusura settimanale superiore a 36.514.

Nasdaq C. 

Tendenza ribassista di brevissimo fino a quando non si assisterà ad una chiusura giornaliera superiore ai 14.898. Rialzi duraturi solo con una chiusura settimanale superiore a 15.319.

S&P 500

Tendenza ribassista di brevissimo fino a quando non si assisterà ad una chiusura giornaliera superiore ai 4.666. Rialzi duraturi solo con una chiusura settimanale superiore a 4.749.

Cosa comprare?

Nei giorni scorsi abbiamo analizzato 3 titoli sottovalutati a Wall Street sui quali puntare fin da subito per nuovi rialzi, ma qual è al momento la nostra strategia operativa?

Riteniamo che il momento propizio per effattuare acquisti in ottica annuale, sia quello fra febbraio e marzo per le ragioni spiegate nel paragrafo precedente.

Ci sono diversi titoli guida a prezzi già appetibili (Amazon, Google, Meta Platforms, Microsoft), ma meglio attendere sviluppi.

Si procederà per step.

I risultati delle previsioni presenti in questo articolo si basano su calcoli statistici spiegati negli ebook pubblicati da ProiezionidiBorsa ed elaborati sulla base dello storico dei prezzi a disposizione. (Ricordiamo, inoltre, di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te