A settembre e in autunno cominciano mal di gola e tosse ed ecco come fare

Delle stagioni di passaggio come l’autunno e la primavera il nostro corpo diventa più sensibile. Si passa gradualmente in autunno dal caldo forte al freddo intenso. Anche l’aria si rinfresca e qualche punto più sensibile del nostro corpo potrebbe risentirne.

Dare al corpo gli elementi utili

Certamente la natura ci mette a disposizione ciò di cui noi abbiamo bisogno. Lo fa nel periodo estivo con qualche verdura dal potere remineralizzante. Le persone che sudano molto, perdono molti liquidi che hanno bisogno di essere reintegrati. È il caso degli sportivi durante la loro attività fisica. A volte si ricorre a qualche bevanda energetica. Tuttavia si potrebbe integrare con l’utilizzo della rucola.

Questa pianta a volte poco considerata è invece ricca degli elementi utili per il corpo. Inoltre potrebbe essere un piccolo appuntamento a tavola con una buona insalata. Soprattutto quando le temperature si mantengono ancora alte, è bene non dimenticarsi di questa gustosa erbetta.

A settembre e in autunno cominciano mal di gola e tosse ed ecco come fare

Nel mese in cui le temperature cominciano a cambiare, è possibile sviluppare alcuni fastidi alla gola. Si potrebbe avvertire la gola irritata, difficoltà a deglutire e bruciore. In effetti il mal di gola è un’irritazione che potrebbe aggravarsi con il semplice fatto di deglutire.

Normalmente è dovuto soprattutto a infezioni di origine virale ma anche ad un’infezione batterica. A volte potrebbe trattarsi di allergia, oppure di semplice affaticamento dei muscoli della gola. Anche chi soffre del reflusso gastroesofageo, è facile che senta questo fastidio.

Nei periodi dei cambiamenti di stagione a volte l’aria diventa più secca. Così a settembre e in autunno cominciano mal di gola e tosse. L’aria secca la troviamo anche nelle nostre case, quando non apriamo le finestre per cambiarla. Dormiamo supini con la bocca aperta e la gola comincia ad irritarsi.

I sintomi del mal di gola e i rimedi

I sintomi che si avvertono quando si soffre di questo fastidio possono essere diversi. In genere dipende appunto dal tipo di causa che scatena questo mal di gola. Fra i sintomi che si avvertono più frequentemente ci potrebbe essere la febbre, la tosse e gli starnuti, il naso che comincia a colare, ma anche mal di testa e la  nausea.

In generale bisogna distinguere se il mal di gola è di origine virale oppure batterica. Nel primo caso si risolverà da solo dopo 5 o 7 giorni. Se invece fosse di origine batterica, allora bisognerebbe ricorrere agli antibiotici.

Poiché il mal di gola provoca fastidio e a volte anche dolore, sarebbe meglio ricorrere a qualche rimedio naturale, per alleviare questi disagi. Le caramelle alle erbe sono le più indicate, in ogni caso sempre con il parere del proprio medico.

Lettura consigliata

Come regolare la luce in casa e ufficio perché non faccia male alla vista

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te