3 esercizi per rassodare le braccia flaccide e con cellulite

Finalmente è arrivato il momento in cui abbiamo deciso di rimetterci in forma. Le vacanze ormai sono un lontano ricordo, e con esse anche gli sgarri a tavola.

Abbiamo salutato aperitivi in spiaggia e merende sostanziose che tanto ci tentavano durante l’estate, per tornare alla solita routine. È tempo di rimettersi in riga, seguendo un regime alimentare sano ed equilibrato, fatto di pasti bilanciati e completi. Sarebbe importante consumare alimenti sani, come i 6 pesci ricchi di Omega 3 che aiuterebbero a contrastare Alzheimer, demenza, trigliceridi alti.

A fianco a tutto ciò, però, un posto importante è quello che spetta all’attività fisica. Ciò, infatti, sarebbe fondamentale anche in ottica di prevenzione delle malattie dell’apparato cardiocircolatorio. Per la salute del nostro corpo, quindi, sarebbe bene mantenersi in movimento, con gli esercizi più corretti.

L’ideale, in questo senso, sarebbe essere seguiti nei propri allenamenti da un professionista. Questo ci permetterebbe di essere corretti anche negli eventuali errori che potremmo commettere durante l’esecuzione degli esercizi. Se, però, preferiremo svolgere gli esercizi direttamente in casa, ecco quali dovremo scegliere.

Di seguito, infatti, scopriremo alcuni movimenti ottimi per tonificare le braccia. In questo modo cercheremo di contrastare l’effetto tendina creato dalla carne pendente tipica delle braccia. Ecco cosa dovremmo fare per tornare a sognare delle braccia toniche e definite.

3 esercizi per rassodare le braccia flaccide e con cellulite

Alzare le proprie braccia e notare che la “ciccia” si muove senza nessun controllo è qualcosa di molto fastidioso. A maggior ragione lo è quando, sulla pelle, si notano anche degli evidenti buchi di cellulite.

Per cercare di restituire ai nostri arti superiori la tonicità di un tempo, potremmo provare i seguenti esercizi.

Partiamo dal curl, un esercizio fantastico per i bicipiti. Si inizia afferrando con le mani i manubri del peso adatto al nostro allenamento, e mettendosi in piedi. Le nostre scarpe seguono la linea delle spalle e rimangono parallele l’una con l’altra.

A questo punto, dovremo semplicemente portare i manubri verso il petto, piegando le braccia e poi riportandole dritte lungo il busto.

Alzate laterali e frontali

Un altro ottimo esercizio da svolgere per rinforzare le braccia è quello delle alzate. Queste permettono di lavorare sul deltoide, coinvolgendo anche il tricipite e i trapezi alti.

Dopo aver afferrato saldamente i nostri manubri, dovremo metterci in posizione eretta. Ora non dovremo fare altro che portare le braccia verso l’alto, senza piegarle. Queste sono le alzate frontali, diverse da quelle laterali, per cui dovremo fare un gesto diverso.

Anche questa volta dovremo metterci in posizione eretta con le braccia lungo i fianchi. Dopodiché dovremo alzare le braccia lateralmente verso l’esterno.

Sia nel caso delle alzate laterali che in quelle frontali, non dovremo mai portare le mani oltre la linea delle spalle. Questi 3 esercizi per rassodare le braccia potrebbero aiutarci a rinforzare le braccia, migliorando anche la tonicità dei tessuti.

Lettura consigliata

Oltre al plank, sarebbe questo uno dei migliori esercizi per tonificare pancia e addominali in modo completo ed efficace

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te