3 antitarme naturali per tenere lontano dai nostri capi da questi fastidiosi insetti

Sarà capitato a tutti di notare dei piccoli forellini nei mobili di legno o sui nostri maglioni. Magari dopo aver lavato i maglioni tirati fuori dall’armadio per il cambio stagione. Ecco che notiamo questi forellini nel tessuto e non riusciamo a capire come sia possibile. Se non è stata la lavatrice a rovinare il tessuto è probabile che tra i cassetti si nascondano delle tarme.

In realtà, non è l’esemplare adulto che si nutre dei tessuti, ma si tratta delle larve. Queste, infatti, sono davvero ghiotte di tessuti a fibra naturale come la lana, il cotone o la seta. Ma perché proprio le fibre naturali ci verrebbe da chiedersi. Perché queste contengono la cheratina, motivo per cui a volte le larve si cibano anche dei capelli umani.

3 antitarme naturali per tenere lontano dai nostri capi da questi fastidiosi insetti

Le tarme sono incredibilmente infestanti e non bisogna confonderle con i tarli. Quest’ultimi infatti danneggiano il legno nutrendosi della cellulosa e creando gallerie nel materiale. È facile pensare si tratti dello stesso insetto perché di solito gli armadi in legno sono i più colpiti.

Se per i tarli è spesso necessario ricorrere a rimedi professionali in caso di infestazione, per le tarme non è così. Infatti è possibile tenere lontane queste farfalline che depongono le loro uova tra i tessuti in modo naturale. Senza utilizzare per forza prodotti chimici che potrebbero causare delle reazioni.

Cosa possiamo usare per proteggere i nostri vestiti?

Un repellente molto efficace per tenere lontane le tarme è l’alloro. Come ci insegnano le nonne sono tante le spezie che usiamo in cucina che hanno svariate applicazioni. Prendiamo qualche foglia di alloro, la facciamo seccare e leghiamola con un bastoncino di cannella. Creeremo così un perfetto ramettino di repellente contro le tarme che profumerà tutto l’armadio.

C’è sempre la classica lavanda o le scorzette di limone essiccate se preferiamo odori più pungenti. È proprio l’odore forte che tiene lontane le tarme ed evita che depongano le uova. Mettiamoli in un sacchettino e distribuiamoli nei cassetti e nell’armadio.

Ma perché non usare una bustina di tè alle spezie? Meglio se tra gli ingredienti ci sono menta, anice stellato o rosmarino. Non ci servirà neanche il sacchettino, basterà togliere l’incarto.

Un altro metodo molto efficace è l’utilizzo di saponette profumate. Non quelle commerciali però, devono contenere oli essenziali come quello al patchouli, al cedro o ai chiodi di garofano. Oppure usiamo del sapone di Aleppo che contiene olio di alloro, un potente repellente come abbiamo già visto. Mettiamone qualche scaglia negli angoli dell’armadio e con il resto possiamo realizzare un perfetto detergente per parquet.

Ecco, quindi, 3 antitarme naturali per tenere lontano dai nostri capi da questi fastidiosi insetti. Oltre a questi repellenti naturali possiamo usare anche del borace. Questo minerale non solo ci semplifica la vita aiutandoci nelle pulizie, ma mischiato con acqua è un ottimo antitarme.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te