Wall Street sempre al rialzo. IBM manca le previsioni, cosa fare?

Wall Street sempre al rialzo. Ad oggi non possiamo che confermare la nostra view: questo rialzo accompagnerà i mercati fino a Natale fra alti e bassi. Come al solito però, non verrà dato nulla per scontato e si procederà per step, monitorando attentamente sia i supporti che le resistenze. L’obiettivo rimane sempre un ulteriore rialzo del 7/10% almeno fino a dicembre.

Al momento, nonostante qualche chiaroscuro, le trimestrali americane e i dati macroeconomici non sembrano poter minacciare questa tendenza e previsione.

Ecco i livelli per mantenere il polso della tendenza sui principali indici azionari americani

Dow Jones

Tendenza rialzista fino a quando non ci sarà una chiusura giornaliera inferiore a 35.290.

Nasdaq C. 

Tendenza rialzista fino a quando non ci sarà una chiusura giornaliera inferiore a 15.049.

S&P 500

Tendenza rialzista fino a quando non ci sarà una chiusura giornaliera inferiore a 4.496.

Le nostre previsioni per  la settimana di contrattazione in corso

Fase laterale ribassista e minimo fra lunedì e martedì e poi rialzo fino a venerdì. La view, viene ancora confermata e oggi dopo una prima fase inziale di incertezza, attediamo nuovi rialzi.

Wall Street sempre al rialzo. IBM manca le previsioni, cosa fare?

Ieri la società ha rilasciato gli utili del terzo trimestre deludendo le aspettative, con ricavi sotto le attese.

Il titolo (NYSE:IBM) ha chiuso la giornata di contrattazione del 20 ottobre a 141,90 dollari per azione. Da inizio anno, ha segnato il minimo a 113,24 ed il massimo a 151,10.

Analisi sommaria di bilancio

Le raccomandazioni degli altri analisti (16 giudizi) stimano un fair value in area 151,21. I nostri calcoli invece, portano ad un prezzo obiettivo in area 205 dollari per azione

La strategia operativa

La tendenza di breve e lungo termine è rialzista e quindi fino a quando non si assisterà a chiusure giornaliere e poi settimanali inferiori ai 136,44 dollari, saranno possibili ulteriori rialzi verso area 151,10 e poi 176,60 dollari nei prossimi 1/3 mesi.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te