Viaggiare sicuri anche con i bambini dove il mare incontra il deserto

Si può decidere di partire in periodi diversi da quelli canonici e andare a cercare il caldo altrove quando in Italia non c’è.

La Namibia è un posto unico ed il periodo migliore per visitarla è nei mesi di settembre e ottobre. È in questo periodo che le temperature sono poco sopra i 25 gradi ma l’umidità è minore. Anche a livello economico scoprire la Namibia in settembre è più conveniente.

Siamo nella parte sud-occidentale dell’Africa. Un Mondo che sembra lontanissimo e che regala emozioni indimenticabili.

Viaggiare sicuri anche con i bambini dove il mare incontra il deserto

Un viaggio in Namibia deve essere ben organizzato e ci si deve informare prima di partire. Per quanto riguarda i documenti, è necessario possedere un passaporto valido almeno 6 mesi a partire dalla data di ritorno. Se si viaggia con bambini fino ai 18 anni ci si deve preoccupare di portare un originale del certificato di nascita o una copia autenticata. Deve trattarsi di un documento riportante le informazioni complete del bambino e dei genitori.

Prima di partire sarà opportuno sottoporsi a visita medica ed avere indicazioni sulle eventuali vaccinazioni obbligatorie o consigliate. Ci potrebbero essere dei farmaci che è utile portare con sé, oltre ai medicinali abitualmente utilizzati.

Una volta arrivati in Namibia si può scegliere un tour guidato o noleggiare un’auto per scoprire il luogo in autonomia. In questo secondo caso è necessaria molta prudenza ed avere ben chiaro l’itinerario da seguire. Dovremo noleggiare un’auto 4×4, evitare di guidare fuori città dopo il tramonto e fare benzina ogni volta che si incontra una stazione di rifornimento. La lingua ufficiale è l’inglese, quindi non dovrebbe essere difficile comunicare.

Cosa mettere in valigia

Possiamo portare una valigia ed uno zaino da utilizzare anche durante le escursioni ed i safari. L’abbigliamento sarà informale e comodo. Dovremo portare capi leggeri da indossare durante il giorno ed altri più pesanti per affrontare le temperature notturne più basse. Giacche impermeabili e indumenti con colori neutri saranno utili per ripararsi dalle piogge e non attirare insetti e zanzare. Così possiamo viaggiare sicuri anche con i bambini ed evitare malanni.

I cellulari italiani funzionano quasi ovunque. Per risparmiare sulle telefonate si può acquistare una SIM in Namibia e per la connessione internet ci si può connettere con il Wi-Fi delle strutture.

Il cielo stellato ed il deserto più antico

Sembra di essere su Marte, tra dune che si susseguono infinite sotto un cielo stellato che sembra si possa toccare. Gli amanti della natura non possono che restare estasiati da questo paradiso ricco di fauna selvatica e il deserto che giunge fino ad una costa mozzafiato. I lodge sono tipici alloggi per i turisti e si trovano solitamente all’esterno di parchi e riserve. Devono essere prenotati con largo anticipo per non rischiare di restare all’addiaccio.

Questa è anche la meta giusta per i buongustai. La cucina della Namibia è ricca di prodotti sani e genuini. Le ostriche sono eccezionali, così come le aragoste ed il pescato dell’Atlantico. Manzo e agnello sono ottimi anche grazie ai vasti pascoli. Tipici anche i piatti a base di cacciagione e carne di struzzo. Nelle locande si trovano verdure auto prodotte, asparagi e pane fatto in casa. Sono assolutamente da provare i vini sud africani ed i tartufi del deserto del Kalahari.

La Namibia è una terra che sorprende e offre panorami mozzafiato.

Lettura consigliata

Sì o no crema solare per neonati e filtri fisici che proteggerebbero i bambini

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te