Un’unica prova scritta con 40 domande per questi nuovissimi 214 posti rivolti a diplomati e laureati

Concorsi e ancora concorsi in questa Pubblica amministrazione che sembra offrire finalmente grandi opportunità.

Di recente, abbiamo parlato della selezione per 1.000 vice ispettori della Polizia di Stato, così come del tanto ambito concorso diplomatico. Il primo si rivolge anche ai diplomati, mentre il secondo richiede il possesso della laurea magistrale. Queste due procedure selettive sono la dimostrazione che le offerte di lavoro sono aperte proprio a tutti, laureati e non.

D’altra parte, sono attive anche diverse ricerche per chi ha la licenza media, come quella di cui abbiamo parlato in questo recente articolo.

Insomma, le cose sono certamente cambiate rispetto al passato e stiamo assistendo ad un’ondata di assunzione probabilmente senza precedenti.

Per restare in tema di reclutamento nel pubblico impiego, gli esperti di concorsi di ProiezionidiBorsa si sono concentrati su un nuovissimo concorso. Si tratta di 214 posti per la Regione Basilicata e l’Agenzia regionale lavoro e apprendimento della Basilicata (ARLAB), rivolti anche ai diplomati. I posti sono suddivisi tra più concorsi in base ai profili ricercati e ai requisiti necessari per partecipare. Vediamo i dettagli, la scadenza e le modalità per presentare la propria candidatura.

Un’unica prova scritta con 40 domande per questi nuovissimi 214 posti rivolti a diplomati e laureati

Le 214 posizioni sono così ripartite:

  • 39 unità di categoria D presso l’ARLAB;
  • 32 unità di categoria C presso l’ARLAB;
  • 6 unità di categoria D presso l’ARLAB;
  • 14 unità di categoria C presso l’ARLAB;
  • 30 unità di categoria C presso la Regione Basilicata;
  • 93 unità di categoria presso la Regione Basilicata.

La scadenza per l’invio delle domande è fissata al 21 aprile ed è possibile candidarsi attraverso l’apposita pagina RIPAM. Sarà necessario cliccare sul portale Step-One e registrarsi con il proprio SPID.

Profili interessati e prove

Le selezioni intendono ricoprire posti di esperti e specialisti, ma c’è un altro elemento importante. I posti riguardano, tra gli altri, i settori amministrativo, tecnico, economico, informatico, della comunicazione e della psicologia e giuridico. Parliamo dunque di una ricerca molto eterogenea che garantisce lavoro ad una categoria professionale estremamente ampia.

Per candidarsi bisogna possedere i classici requisiti generali, mentre quelli specifici si distinguono in base al profilo considerato.

Le prove consisteranno in un’unica prova scritta con 40 domande su materie diverse per ciascun concorso da svolgere in 60 minuti. Segue, inoltre, la valutazione dei titoli professionali e di studio.

Per consultare ogni singolo bando, si rimanda all’apposito link della Regione Basilicata.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te