Una splendida escursione con passeggino e cosa portare nello zaino in montagna

Quando i bambini sono piccoli non c’è niente di meglio che una salutare vacanza all’aria pura di montagna. Il mese di settembre è fra i periodi migliori, in quanto il caldo cede e le temperature diventano più miti. Diviene quindi, più agevole fare passeggiate fra verdissimi prati respirando a pieni polmoni. Bisogna, però, badare che i sentieri siano ben curati, percorribili con passeggini da trekking e non. Inoltre, occorre avere il giusto equipaggiamento. Oltre alla Val di Fassa e a Canazei, ci sono moltissimi itinerari sulle Dolomiti ed in questo articolo conosceremo una passeggiata davvero idilliaca.

Una splendida escursione con passeggino e cosa portare nello zaino in montagna

Ci troviamo nella valle incantata dell’Alta Pusteria, in Alto Adige. Siamo nel territorio di Sesto Pusteria, precisamente in Val Fiscalina. Siamo letteralmente abbracciati dalle Dolomiti fra le cime della Croda Rossa con le vette della Meridiana di Sesto. Si parte dalla località di Moso seguendo le indicazioni per la Val Fiscalina e il segnavia 102. Si percorre una strada assolutamente senza pendenze, percorribile con il passeggino anche se sterrata. Il sentiero taglia il verde di prati curatissimi talvolta delimitati da staccionate in legno. Di tanto in tanto spuntano qua e là delle baite in legno utilizzate come ricovero degli attrezzi agricoli. Ai lati della Valle, svettano gli abeti lussureggianti che sembrano fare a gara per raggiungere le vette alle loro spalle.

L’arrivo al Rifugio: la vera montagna dei bambini

Dopo un’ora e un quarto di cammino a passo di bambino, si arriva al Rifugio Fondovalle dove un’area gioco aspetta tutti i bimbi. I più piccoli impazziranno per i coniglietti e le oche. Per mangiare si può pranzare al sacco nella zona pic-nic o al rifugio. Qui, i piatti sono autentici della tradizione e curati. Lunga la strada anche il locale Luis Alm, con una focaccia casalinga con burro salato che ripagherà bene anche ore di camminate. Non dimentichiamo di dilettarci con la Meridiana di Sesto. In base alla vetta che viene illuminata dal sole si tenta di stabilire l’ora. I gestori dei rifugi saranno ben contenti di spiegarne il funzionamento.

Cosa portare nello zaino in montagna con i bambini

Sebbene la passeggiata riportata sia davvero breve, riportiamo un elenco di cose indispensabili da portare con sé:

  • Un giacchino antivento o antipioggia: in montagna è sempre bene vestirsi a cipolla anche se fa caldo;
  • Protezione solare 50+, si raccomanda infatti di spalmare uno strato di crema ogni 2 ore;
  • Acqua in thermos in modo che rimanga fresca;
  • Per i più piccoli naturalmente biberon, omogenizzati e pannolini con il sacchetto dell’immondizia;
  • Lo spray antizecche;
  • Un power bank;
  • Una pinzetta per sopracciglia…non certo per il look ma spesso i bambini si fiondano sui tronchi o sulla staccionata. È normale che qualche scheggia si conficchi sul palmo della manina. La estrarremo in un secondo con la pinzetta.

Ricordiamo che sarebbe preferibile uno zaino con lo schienale rigido in modo che sia confortevole per le spalle.
Ecco come ci si prepara al meglio per una splendida escursione con passeggino.

Lettura consigliata

In vacanza al caldo a settembre in un borgo detto la Venezia del Portogallo

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te