Una soluzione naturale per rimuovere dal nostro corpo questo elemento che crea danni alla salute  

Si dice che la salute sia la prima cosa nella vita. Effettivamente è proprio così. Oggi questo detto vale ancor di più poiché nel nostro corpo è presente un pericoloso veleno. Ecco però una soluzione naturale per rimuovere dal nostro corpo questo elemento che crea danni alla salute.

Mercurio come entra nel nostro corpo

Per l’Organizzazione Mondiale della Sanità il mercurio è fra le 10 sostanze che più destano preoccupazione per gli effetti negativi sulla salute.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Fino a qualche anno fa era presente come antibatterico nei vaccini, sotto il nome di Thimerosal e nelle otturazioni dentarie ancora oggi presenti nella bocca di molti italiani.

Il mercurio entra nel nostro corpo attraverso le industrie che utilizzano carbone e che inquinano la terra. Entra, anche se in dosi minime e differenti per ogni caso, con le vecchie otturazioni dentarie, con il pesce di grossa taglia come tonno e pesce spada. Ma anche con i crostacei.

Danni provocati dal mercurio

Essendo un metallo pesante, il corpo non è capace di smaltirlo, quindi si accumula sempre di più.

Le conseguenze sono: indebolimento del sistema immunitario, problemi cognitivi e sensoriali, allergie, gastriti, fino ad arrivare a tumori, problemi al cuore e malattie neurodegenerative come Alzheimer e Parkinson.

Come rimuoverlo

Il corpo non possiede enzimi tali che sono in grado di smaltire questo metallo. Un rimedio naturale che può aiutarci è un’alga che vive nei grandi oceani ed è utilizzata nella cucina macrobiotica. Il suo nome scientifico è Laminaria Japonica, più conosciuta come kombu. In Italia si utilizza anche insieme ai legumi, perché li rende più morbidi, riducendo i tempi di cottura. 

L’unica soluzione naturale per rimuovere dal nostro corpo questo elemento che crea danni alla salute

Le proprietà del kombu furono scoperte dai Russi durante il disastro della centrale nucleare di Chernobyl e usate ancora dai Giapponesi durante il disastro della centrale di Fukushima pochi anni fa.

Il kombu possiede molta algina, una specie di gel che il corpo non assimila. Passa così dallo stomaco all’intestino, si attacca al mercurio e agli altri metalli pesanti e forma così un composto che l’organismo non assimila ma espelle. L’alga kombu costa poco e si trova facilmente in commercio. Avendo un certo contenuto di sodio, è sconsigliato a chi soffre di ipertiroidismo.

Questo è un buon sistema per aiutare a purificare il nostro organismo dai metalli pesanti accumulati negli anni.

Riguardo alla salute leggiamo anche questo interessante articolo sul latte.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te