Un rialzo del 70% è dietro l’angolo ma le azioni E.ON devono avere la forza di rompere una storica resistenza

Il grafico di lungo corso di questo titolo è incredibile. Un rialzo del 70% è dietro l’angolo ma le azioni E.ON devono avere la forza di rompere una storica resistenza che già in passato ha fermato l’ascesa per almeno quattro volte.

Stiamo parlando di area 10,18 euro che dal lontano 2017 sta continuando a spegnere le velleità dei rialzisti. Si comprende bene, quindi, che una chiusura mensile superiore a questo livello farebbe letteralmente esplodere le quotazioni del titolo.

In particolare potrebbe iniziare un percorso rialzista che ha come massima estensione area 17 euro per un potenziale rialzo del 70%.

Solo una chiusura settimanale, seguita da quella mensile, inferiore a 9,46 euro farebbe crollare lo scenario rialzista in corso.

Dal punto di vista dei multipli di mercato E.ON è ben messo. Ad esempio il rapporto prezzo/utili esprime una sottovalutazione del 30% circa simile alla sottovalutazione che si ottiene andando a considerare il fair value ottenuto con il metodo del discounted cash flow. Inoltre con un ratio “enterprise value to sales” di circa 0.91 per l’esercizio in corso, la società appare sottovalutata.

Per gli analisti che coprono E.ON il consenso medio è accumulare con un prezzo obiettivo che esprime una sottovalutazione del 13%.

Un rialzo del 70% è dietro l’angolo ma le azioni E.ON devono avere la forza di rompere una storica resistenza: i livelli chiave secondo l’analisi grafica

Il titolo E.ON (MIL:EOAN) ha chiuso la seduta del 10 giugno a quota 10,042 euro in ribasso dello 0,14% rispetto alla seduta precedente.

Time frame settimanale

e.onLe linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

Time frame mensile

e.on

 

Approfondimento

Questo importantissimo dato ha impressionato il mercato e disorientato le Borse in Europa che hanno chiuso in questo inspiegabile modo

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te