Ultima seduta di settimana col botto per l’oro che accelera al rialzo

Dopo che per tutta la settimana le quotazioni dell’oro sono rimaste come bloccate, venerdì sono esplose al rialzo. Quindi, ultima seduta di settimana col botto per l’oro che accelera al rialzo, quali sono le motivazioni alla base di questo movimento?

Secondo gli esperti del mercato delle materie prime, il prezzo dell’oro è salito nel fine settimana dopo che l’ultima lettura dell’inflazione statunitense ha mostrato un nuovo massimo degli ultimi 41 anni.

Le quotazioni dell’oro sono state praticamente immobili per tutta la settimana, oscillando in una fascia ristretta, ma sono riuscite a registrare forti guadagni nel corso della seduta di venerdì, quando sono stati pubblicati importanti dati macroeconomici molto attesi dai mercati. Gli investitori, quindi, sono rimasti in disparte, attenti alle indicazioni in arrivo da svariate variabili economiche, come la politica monetaria, i dati sull’inflazione o quelli sul PIL delle principali economie. A contenere parzialmente il rialzo dell’oro è stato il rafforzamento del dollaro.

Ultima seduta di settimana col botto per l’oro che accelera al rialzo: le indicazioni dell’analisi grafica

L’oro (prezzo in tempo reale) ha chiuso la seduta del 10 giugno in rialzo dell’1,23% rispetto alla seduta precedente, a quota 1.850,2 dollari. La settimana, invece, si è chiusa con un rialzo dello 1,37%.

Time frame giornaliero

Era da metà maggio che le quotazioni dell’oro si appoggiavano da un lato al forte supporto in area 1.846 dollari e dall’altro erano contenute dalla forte resistenza in area 1.869,3 euro. Con la seduta di venerdì questo livello è stato finalmente rotto con decisione. Tuttavia è necessaria una conferma nelle prossime sedute. Di buon auspicio sarebbe una chiusura giornaliera superiore a 1.883,7 dollari. In questo caso ci sarebbero elevatissime probabilità di raggiungere area 1.907 dollari (II obiettivo di prezzo). Una chiusura giornaliera, poi, superiore a questo livello farebbe scattare l’allungo verso la massima estensione in area 1.968 dollari.

Qualora, invece, la rottura dovesse essere negata allora si potrebbe tornare al ribasso.

oro

Time frame settimanale

Niente da aggiungere a quanto scrivevamo settimana scorsa

“Movimento da manuale per l’oro sul time frame settimanale. Dopo avere rotto al ribasso il supporto in area 1.825,8 dollari, le quotazioni hanno immediatamente recuperato e confermato il recupero alla fine della settimana appena conclusasi. Lo scenario mostrato con la linea tratteggiata, quindi, è diventato molto più probabile. Un’ulteriore conferma in tal senso si avrebbe con una chiusura settimanale superiore a 1.910 dollari. In questo caso l’obiettivo più probabile si potrebbe andare a collocare in area 2.110 dollari. Gli obiettivi successivi, invece, sono quelli indicati nel riquadro rosso.

Una chiusura settimanale inferiore a 1.825,8 dollari farebbe nuovamente tornare al ribasso la tendenza in corso”.

oro

 

Approfondimento

L’euro barcolla, ma non molla contro il dollaro lasciandosi l’opportunità di ripartire al rialzo

I risultati delle previsioni presenti in questo articolo si basano su calcoli statistici spiegati negli ebook pubblicati da ProiezionidiBorsa ed elaborati sulla base dello storico dei prezzi a disposizione. (Ricordiamo, inoltre, di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te