Tutti parlano di Favignana senza sapere che questi isolotti siciliani immersi nel blu saranno i protagonisti dell’estate 2022

La Sicilia è una terra meravigliosa e ricca di fascino, che trasuda storia da tutti i lati e di cui i turisti sono innamorati. Dal Nord Italia o addirittura da oltreoceano, sono tantissimi coloro che ogni anno decidono di trascorrere qualche giorno nella bella isola sicula.

L’estate è il periodo preferito, ma anche i mesi tra settembre e ottobre sono molto apprezzati, specialmente dai più insofferenti al caldo. Si sa che in Sicilia la temperatura non è affatto mite  ed ecco perché chi vi si reca in estate cerca sempre il mare. E quale posto migliore delle isole per tuffarsi al mare, come le Eolie, di cui fanno parte Lipari, Vulcano, Stromboli, Salina, Panarea, Alicudi e Filicudi.

Spostandoci dal lato opposto dell’Isola troviamo un altro arcipelago che attira la curiosità degli appassionati della natura provenienti da tutto il Mondo. Ci riferiamo alle Egadi, famose soprattutto per il mare trasparente e incontaminato di Favignana. Piccola ma incredibilmente caratteristica, la piccola isola accoglie tutte le estati centinaia di turisti che non vedono l’ora di tuffarsi nelle sue acque cristalline.

Attenzione però, perché oltre alla bella Favignana ci sono altri 3 isolotti che potrebbero passare erroneamente in secondo piano. Vediamoli subito.

Tutti parlano di Favignana senza sapere che questi isolotti siciliani immersi nel blu saranno i protagonisti dell’estate 2022

Ci riferiamo a Levanzo, Marettimo e all’isola di formica, tutte e tre parte dell’arcipelago delle Egadi. Iniziamo da Marettimo, la più lontana dalla Sicilia e dalla natura incontaminata.

Raggiungibile con l’aliscafo o il traghetto, questo isolotto non ospita ancora il classico turismo di massa che tutti conosciamo soprattutto nei mesi più calmi. Probabilmente è anche questo uno dei suoi punti forti ed ecco perché molti la scelgono per immergersi in un luogo diverso dai soliti estivi. Mondana anche se non troppo, possiamo trovare tanto verde e un mare spettacolare. Le casette bianche degli abitanti completano il paesaggio, rendendolo unico e inimitabile.

Passiamo ora a Levanzo, più vicina a Trapani e anch’essa raggiungibile con il traghetto o l’aliscafo. Poco meno di 300 persone abitano nel piccolo paese centrale e durante l’inverno l’isola è quasi disabitata. Oltre alle classiche acque cristalline, Levanzo si distingue per la Casa dei Florio, nota famiglia siciliana dalle origini nobili. Inoltre, i graffiti risalenti all’epoca preistorica della cosiddetta Grotta del Genovese attirano tantissimi turisti e si considerano una delle principali attrazioni dell’isola.

Passiamo ora al terzo isolotto, meno turistico ed anche meno conosciuto.

L’isola di formica

Tutti parlano di Favignana senza sapere che c’è un altro piccolo Mondo sconosciuto che lascia a bocca aperta tutti coloro che lo ammirano. L’isola di formica è un lembo di terra vicino a Trapani, che appartiene da ormai oltre 40 anni alla Comunità terapeutica per tossicodipendenti Mondo X. Una tonnara della predetta famiglia Florio si erge dall’isolotto e possiamo scorgere anche una piccola chiesa. Il suo piccolo porto permette alle barchette di attraccare, ma solo se autorizzate. Allo stesso modo, anche per visitare l’isolotto è necessaria la previa autorizzazione dei suoi proprietari.

Insomma, quest’estate avremo altro da vedere a parte le solite mete già ben conosciute.

Approfondimento

Acque trasparenti e paesaggi incontaminati si nascondono in questa piccola isola italiana dal fascino proibito e l’animo selvaggio

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te