Tovaglie di nuovo bianche candide con questi 3 prodotti naturali più un trucchetto furbo per renderle morbidissime

Il giorno di Pasqua le famiglie si riuniscono intorno ad una tavola imbandita a festa. Troneggiano i piatti della tradizione insieme alle uova al cioccolato. Ma quella che oggi è una tovaglia di un bianco brillante domani può ritrovarsi con macchie di ogni genere. Il pensiero corre ad un bel bagno nella candeggina. Tuttavia questo è un prodotto aggressivo che va utilizzato con una certa cautela.  Ma non c’è da disperare perché ci sono alternative naturali che sono molto efficaci.

Dunque avremo tovaglie di nuovo bianche candide con questi 3 prodotti, scegliendo una di queste tecniche di lavaggio. Ebbene per trattare una macchia di piccole dimensioni possiamo versarci sopra dell’acqua ossigenata per uso domestico, quella da 10 volumi. Lasciamo agire per una mezz’oretta. Poi infiliamo in lavatrice aggiungendo al normale detersivo due cucchiai di acqua ossigenata. Impostiamo una temperatura non inferiore ai 40°. Questo è fondamentale in quanto l’ossigeno contenuto nell’acqua si attiva solo ad alte temperature.

In alternativa possiamo adoperare del succo di limone insieme ad una manciata di sale grosso. In questo caso abbiamo due scelte. Possiamo infatti lasciare in ammollo una notte intera il capo che ha bisogno di tornare candido. Oppure come facevano un tempo le nonne, solo dopo essersi accertati che il tessuto consente il lavaggio ad alte temperature, mettiamo il tutto a bollire per una decina di minuti in acqua con l’aggiunta del succo filtrato di 5 limoni ed un cucchiaio di sale grosso.

Tovaglie di nuovo bianche candide con questi 3 prodotti naturali più un trucchetto furbo per renderle morbidissime

Infine un prodotto in polvere meno conosciuto ma dall’effetto sbiancante davvero sorprendente: il percarbonato di sodio.  È un addotto di perossido di idrogeno e carbonato di sodio. Ha un potere smacchiante ed igienizzante più potente del bicarbonato di sodio. Il suo costo è molto contenuto ed ultimamente è possibile acquistarlo anche nelle grandi catene di supermercati. Si può utilizzare tanto per pretrattare le macchie quanto per rendere i capi bianchi e brillanti. Nel primo caso basterà fare una pastella densa con la polvere e qualche goccia di acqua. Quindi spalmare il composto sulla macchia, con l’aiuto magari di un vecchio spazzolino. Per far tornare un capo candido come nuovo si può usare sia a mano che in lavatrice. Dunque potremmo riempire 1/3 della vaschetta di detersivo con il percarbonato oppure inserirlo direttamente nel cestello. L’importante è impostare una temperatura alta per permettere alla polvere di sprigionare il suo potere sbiancante. Per lo stesso motivo nel lavaggio a mano va usata con acqua calda.

Un trucchetto furbo per un bucato morbidissimo: versiamo due bicchieri di aceto bianco nella vaschetta dell’ammorbidente e rimarremo a bocca aperta.

Attenzione

Controlliamo sempre le etichette dei capi da trattare prima di scegliere quale prodotto adoperare.

Lettura consigliata

Mai più bucato scambiato o sbiadito con questi stupefacenti trucchetti economici ed efficaci

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te