Stracci in microfibra, mocio e scope si possono pulire non sulla ringhiera o in lavatrice ma con piccoli trucchetti in giardino e balcone

Le pulizie di casa richiedono molta fatica e non sempre siamo dell’umore giusto per farle approfonditamente e in maniera rapida. Soprattutto quando gli strumenti che dobbiamo utilizzare non sono puliti, rischiamo di peggiorare la situazione o quanto meno di rendere difficoltosa l’incombenza. Con alcuni trucchetti con cui tenere in ordine stracci in microfibra, mocio e scope e fare in modo che le pulizie siano efficaci e richiedano il minor tempo possibile.

Alternative valide

Una volta utilizzate, le scope possono trattenere tra le setole sporcizia o incrostazioni e spesso per pulirle ricorriamo alla ringhiera del balcone. Questo non semplifica i rapporti di buon vicinato, perché sporcare gli spazi altrui non è un comportamento educato. Quindi, possiamo indossare i guanti, svitare il manico e pulire le setole, facendo cadere polvere e residui su un foglio di giornale.

Grazie a un pettine, oppure a una spazzola con le setole rigide, liberiamo la scopa dalla sporcizia. Quindi, immergiamola in una bacinella con acqua calda, limone e tea tree oil per evitare la candeggina.

Se le setole sono in nylon, acqua e bicarbonato sono ottimi. Se sono di paglia, fibra di mais o simili, possiamo ricorrere ad acqua calda e sapone. Il sapone può essere sia biologico che di Marsiglia. Teniamo le setole in ammollo per tutta la notte e al mattino mettiamole ad asciugare in balcone o in giardino rivolte verso l’alto perché non si deformino.

Se abbiamo un giardino, la manutenzione giornaliera è molto facile. Un getto di acqua della pompa con cui di solito irrighiamo e una strofinata sul terreno sono più che sufficienti. Periodicamente, però, la pulizia approfondita è inevitabile.

Stracci in microfibra, mocio e scope si possono pulire non sulla ringhiera o in lavatrice ma con piccoli trucchetti in giardino e balcone

I panni in microfibra facilitano moltissimo la nostra vita durante le pulizie. È necessario che siano ben igienizzati, soprattutto quando li impieghiamo per eliminare la polvere. Per lavarli a mano, possiamo far bollire una pentola di acqua e aggiungere il detersivo per i panni e un detergente sgrassante. Molti preferiscono lavare stracci o mocio in lavatrice. Le conseguenze potrebbero non essere spiacevoli. Anche se evitiamo i detersivi in favore di rimedi naturali, invece delle sostanze chimiche sarà la sporcizia a finire nel filtro. I residui che potrebbero rimanere nel cestello, inoltre, finirebbero per rovinare i successivi lavaggi di biancheria delicata e altri tessuti.

Gli stracci o il mocio che utilizziamo per lavare i pavimenti possono essere facilmente igienizzati con un ammollo in bacinella. Acqua calda e sapone biologico sono un ottimo rimedio. Possiamo aggiungere agli stracci anche delle vecchie spugnette per i piatti. Invece di buttarle, questo metodo di riciclo ci aiuta a eliminare la sporcizia di stracci e mocio in profondità. Lasciamoli in ammollo tutta la notte e la mattina mettiamoli ad asciugare. La nostra lavatrice avrà vita più lunga.

Lettura consigliata

Oltre a risparmiare sulla spesa dei detergenti, evitiamo gli sprechi imparando a dosare il detersivo per la lavatrice

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te