Stanchezza e gonfiore durante la stagione estiva potrebbero essere date da questo problema, ma ecco alcuni rimedi naturali ed economici

In estate, ma non solo, l’idratazione è un fattore molto importante. Questo perché sudando, potremmo rilasciare sali minerali e dobbiamo successivamente reintegrarli. Ci precipitiamo quindi a bere molto durante la giornata. Alcuni di noi, però, potrebbero incontrare un grave problema, ovvero la ritenzione idrica, nonostante ci sembri che la quantità di acqua sia sufficiente.

Questo disagio consiste nel fatto che il corpo tende a trattenere e accumulare i liquidi. Questo darebbe problemi anche alla circolazione, ma soprattutto al fatto che trattiene anche le tossine.
Generalmente questo ristagno avverrebbe soprattutto dove accumuliamo il grasso, quindi cosce, glutei e pancia. Può accadere, però, che vengano colpiti anche gli arti superiori. Ci sono diversi fattori che causerebbero la ritenzione idrica. Stanchezza e gonfiore durante la stagione estiva, date dalla ritenzione, potrebbero essere risolte con questi rimedi naturali.

Le cause

I sintomi principali di questo problema sono le gambe gonfie e il senso di pesantezza e stanchezza. C’è un buon metodo per comprendere se potremmo soffrire di questo problema. Premiamo un dito sulla nostra gamba e se dopo averlo tolto l’impronta rimane visibile, allora potremmo soffrire di ritenzione.

La ritenzione idrica è generalmente causata dallo stile di vita. Uno dei fattori potrebbe essere l’alimentazione, in particolare se consumiamo molto sale e molte proteine. Se non beviamo a sufficienza, potremmo essere soggetti a trattenere i liquidi. Anche uno stile di vita molto sedentario influisce sull’accumulo di liquidi. Infine, la gravidanza potrebbe anch’essa essere causa di questo disagio.

Stanchezza e gonfiore durante la stagione estiva potrebbero essere date da questo problema, ma ecco alcuni rimedi naturali ed economici

Per combattere la ritenzione dovremmo tenere in considerazione l’alimentazione. Preferiamo alimenti ricchi di acqua e particolarmente diuretici. Per esempio pesche, melone, fragole, finocchi e zucchine. Beviamo tisane non zuccherate e limitiamo l’utilizzo del sale, aggiungendolo solo a cibi cotti. Integriamo, inoltre, cibi ricchi di magnesio e potassio, come le banane.

Un rimedio naturale per la ritenzione idrica potrebbe essere il tè verde. Non solo favorirebbe la perdita di peso, ma aiuterebbe la circolazione e quindi anche il movimento dei liquidi. Inoltre, ha diversi effetti antiossidanti che fanno bene a tutto il corpo.

Anche la gramigna, nonostante sia considerata un’erbaccia, ha diversi effetti benefici in caso di ritenzione dei liquidi. In particolare, è diuretica e depurativa, perfetta per espellere ciò che è in eccesso. Questo aiuterebbe la disintossicazione del nostro corpo e aiuterebbe il funzionamento dei reni.

L’importante è tenere presente il nostro stile di vita. Infatti, nonostante utilizzare questi metodi potrebbe alleviare i sintomi, potrebbero non essere sufficienti. Cerchiamo di muoverci quando possiamo e di bere adeguatamente durante il periodo caldo.

Lettura consigliata

Per avere più energia quando pratichiamo sport dovremo mangiare questi cibi a pranzo e cena più quali alimenti evitare

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te