Spiegazione per usare i pennelli da trucco e non mettere l’ombretto con le dita

pennelli da trucco

Le donne si truccano per esaltare i propri tratti ma anche per nascondere le imperfezioni del viso. Per ottenere un risultato perfetto bisognerà apprendere tutti i segreti dell’arte del make up. Per truccarsi bene è necessario conoscere prodotti, strumenti e procedure.

I trucchi che non devono mai mancare e da avere nella trousse sono diversi.

Prima di tutto quelli per fare una buona base trucco, dunque fondotinta, cipria, illuminante e correttore. Quest’ultimo ci aiuterà a sgonfiare le borse sotto gli occhi e a eliminare altri inestetismi.

Altresì da avere necessariamente nel beauty anche i prodotti che servono per truccare gli occhi: matita, mascara, eye-liner e ombretti. Matite, rossetti e gloss saranno preziosi per esaltare e volumizzare anche le labbra più sottili.

Spiegazione per usare i pennelli da trucco e non mettere l’ombretto con le dita

Per un trucco completo e perfetto oltre ai vari cosmetici ci serviranno alcuni strumenti del mestiere: i pennelli. Per molte donne sono un vero e proprio mistero poiché ne esistono così tanti e non sempre è facile capirne l’impiego. Potrà aiutarle una guida per principianti con tutti i passaggi e i dettagli.

Il pennello per il fondotinta deve essere grande, ricco di setole compatte e disposte in modo arrotondato. Uno piatto rischierebbe di tracciare delle righe e di non uniformare l’incarnato.

Naturalmente si potrà usare anche una spugnetta, purché non troppo fragile né troppo rigida. Particolare attenzione alla sua applicazione ci vorrà quando il fondotinta screpola la pelle e non si stende bene, vorrà dire che stiamo commettendo degli errori.

Dopo il fondotinta si mette il correttore servendosi di diversi pennelli a seconda del risultato ricercato. Fondamentale però che il pennello sia piccolo per muoversi con maggiore precisione. Uno piatto ha una maggiore coprenza, dunque ideale per occhiaie profonde o brufoli molto evidenti. Al contrario uno rotondo avrà un tratto più leggero.

Per scolpire il viso tramite il contouring converrà invece usare un pennello di media grandezza dalle setole oblique. Sarà ottimo anche per applicare il blush e il fard. Non meno adatto per questi quello dalla forma a cupola da utilizzare anche per stendere la cipria. Per l’illuminante si può usare invece un pennello a ventaglio o uno piccolo dalla forma conica per evidenziare piccoli punti.

Come truccarsi gli occhi e altri consigli

Pennelli dalle setole corte e appuntite o dalla punta spugnosa sono ideali per stendere gloss e rossetti liquidi e in crema.

Per applicare gli ombretti serviranno pennelli piccoli e dalla forma appiattita o rotonda. Per sfumare e realizzare uno smoke eyes ci servirà invece un pennello tondo, leggermente più grande dalle setole fitte e compatte. Nella piega dell’occhio, massima precisione l’assicurano setole oblique invece. Mentre un pennellino sottile, appuntito od obliquo, è perfetto per stendere kajal o eyeliner in polvere o crema.

Quest’ultimo modello è prezioso anche per riempire e infoltire le sopracciglia in modo naturale. Naturalmente non dimentichiamoci dell’apposito pettinino per sistemarle.

Terminata la spiegazione per usare i pennelli da trucco, sarà utile qualche consiglio di manutenzione. Per pulire velocemente e col fai da te i pennelli da trucco possiamo lavarli con acqua e sapone di Marsiglia. In alternativa, possiamo anche tamponarli con un panno imbevuto di olio e risciacquare. Facciamoli asciugare perbene a testa in giù prima di riporli. Per conservarli teniamoli in un contenitore chiuso con coperchio.

Lettura consigliata

Non il blu per truccare gli occhi marroni, verdi e azzurri dopo i 50 anni ma questi colori dall’effetto naturale

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te