Sono queste le tre abitudini comunissime da evitare per avere immediatamente una casa pulita e ordinata

Generalmente, quando parliamo di pulizie e ordine, possiamo suddividere uomini e donne in due categorie. Da una parte quelle persone a cui non pesa mantenere pulito e ordinato e che hanno, invece, un’innata predisposizione. Dall’altra quelle che lo detestano, che sono di natura disordinate e che rimandano il più possibile il momento in cui dovranno indossare i guanti e una buona dose di pazienza. Solitamente è proprio quest’ultima categoria che cerca in ogni modo un metodo per rendere le pulizie e il riordino più semplici e veloci. E sono sempre questi che le sperimentano di tutti i colori, incappando spesso in scorciatoie che alla fine si rivelano inutili. O costruendo delle routine con abitudini controproducenti e sbagliate.

In questo articolo, scopriremo proprio quali sono e quali consigli si potrebbero seguire per evitare di imbattersene nuovamente e avere, finalmente, una casa pulita e ordinata.

Sono queste le tre abitudini comunissime da evitare per avere immediatamente una casa pulita e ordinata

La prima abitudine è davvero molto diffusa e incide negativamente e principalmente sul fattore pulizia casalinga. Molti, infatti, non leggono il retro delle targhette adesive dei detersivi e usano il prodotto in modo sbagliato. I motivi principali di questa cattiva abitudine potrebbero essere due. Il primo è che, la maggior parte delle volte, non si ha molto tempo a disposizione per le pulizie. Il secondo è che semplicemente non si pensa di farlo. Questo perché il retro delle targhette è, spesso, visto come uno strumento di marketing, un “racconta favole” sull’efficacia del detersivo.

In realtà, leggerlo potrebbe fare la differenza. Bisognerebbe, infatti, cogliere l’informazione più utile: come utilizzare e dosare il detersivo. Non facendolo, lo si utilizzerebbe un po’ a caso e un eccesso di prodotto, soprattutto non risciacquato, annullerebbe il suo effetto pulente. Le superfici sarebbero non solo sporche alla vista ma anche un magnete pronto ad attrarre ulteriore sporcizia. Tutto ciò, andrebbe ad aumentare la frequenza delle pulizie e darebbe sempre la sensazione di casa sporca.

Pulizia e ordine

Le altre due comunissimi abitudini che si dovrebbero evitare incidono sia nella pulizia che nell’ordine della propria casa. In primo luogo, ci sarebbe l’abitudine di accumulare fogli, documenti, giornali e volantini all’ingresso, su quel tavolino spesso straripante di tutto e di più.

Questi andrebbero ad attrarre tantissima polvere e renderebbero la spolverata un vero incubo.

Quindi, per evitare di farci sommergere dalla carta, e dalla polvere, potremmo:

  • acquistare un trita rifiuti per cestinare le carte contenenti i dati più sensibili;
  • acquistare degli appositi contenitori per organizzare i documenti;
  • buttare periodicamente volantini e riviste.

Infine, l’ultima abitudine da evitare sarebbe quella di ammucchiare insieme, in un armadietto, i vari detersivi e prodotti per la pulizia domestica.  Aprirlo getterebbe subito in confusione, rallenterebbe le pulizie rendendole anche più difficili.

Si potrebbe, allora, pensare di organizzare prodotti e detersivi dividendoli per tipo all’interno di appositi organizer e apponendo esternamente una targhetta distintiva. Così facendo si potrebbe trovare subito ciò che serve, pulire velocemente e risistemare tutto facilmente.

Ecco, quindi, che proprio queste sono le tre abitudini comunissime da evitare per avere immediatamente una casa pulita e ordinata

Approfondimento

Due soluzioni geniali per sistemare le scarpe e occupare meno spazio possibile

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te