Solo pochi sanno che questo frutto estivo è un potentissimo afrodisiaco naturale

Regina indiscussa dell’estate l’anguria troneggia su tutte le tavole. Un frutto dalle molteplici proprietà benefiche. È infatti ricchissima di vitamine, in particolare di vitamina A, C e B6. Tutte si rivelano utilissime per rafforzare il sistema immunitario, ma anche per prevenire l’anemia e la deformazione ossea.

L’anguria contiene anche magnesio e potassio, due minerali che aiutano il nostro corpo a liberarsi della ritenzione idrica. Ma quello di cui quasi nessuno ha idea è che l’anguria contiene una sostanza in grado di riaccendere anche le più sopite passioni. Ebbene solo pochi sanno che questo frutto estivo è un potentissimo afrodisiaco naturale.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

Stiamo parlando della citrullina, un aminoacido che ha un ruolo fondamentale nel dilatare i vasi sanguigni, quindi di migliorare la circolazione. Un eccellente aiuto in caso di ipertensione e per abbassare il colesterolo cattivo. In questo articolo abbiamo trattato di un’altra sostanza utile per la salute del cuore e delle arterie. Dunque, è proprio questa sua capacità di vasodilatazione che ha reso la citrullina famosa per essere di aiuto per le prestazioni maschili. Di conseguenza l’anguria, contenendone grandi quantità, ha acquisito la fama di frutto afrodisiaco.

Solo pochi sanno che questo frutto estivo è un potentissimo afrodisiaco naturale

Vediamo cosa accade nel dettaglio. La parte dell’anguria più vicina alla buccia è la più ricca di citrullina. Una volta nel corpo questa sostanza sintetizza l’arginina, un altro aminoacido. L’arginina sintetizzata aumenta il flusso di sangue verso gli organi. Ecco dunque spiegato perché questa sostanze è definita un rimedio naturale contro l’impotenza.

Oltre all’anguria ci sono altri frutti definiti “dell’amore”. Oltre al famoso passion fruit, il cui nome è legato proprio alle sue “magiche virtù” ricordiamo anche le fragole, lo zenzero, i fichi e l’avocado.

È doveroso puntualizzare che gli studi scientifici non hanno ancora completamente definito il ruolo di questi aminoacidi. Tuttavia i processi chimici sopradescritti sono realmente provati e riconosciuti da numerosi studi.

Una curiosità

Il nome citrullina proviene dalla parola latina citrullus che vuol dire proprio cocomero. Ed è stata proprio nell’anguria che questa sostanza è stata isolata per la prima volta.

Approfondimento

Attenzione chi soffre di questi disturbi non sa che rischi corre mangiando l’anguria

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te