Soldi a palate per chi possiede questa ricercatissima moneta da 2 euro

Quando parliamo di collezionismo di monete, ci riferiamo ad un’attività che, svolta a qualsiasi livello, è molto impegnativa. Non tutti, infatti, possono permettersi il lusso di investire tempo e cifre, a volte considerevoli, per accaparrarsi esemplari unici.

E sperare nella classica “colpo” di fortuna, spesso, è controproducente perché si rischia di farsi veramente male. In questo senso, sono davvero tante le persone che sul web vendono pezzi non autentici, errori di conio falsificati e così via.
Quindi, prima di effettuare qualsiasi acquisto è bene controllare il reale valore delle monete e, soprattutto, verificare l’affidabilità del venditore.

Comunque sia, questi sono aspetti che non approfondiremo in questo articolo. Infatti, oggi analizzeremo una moneta commemorativa che, dal giorno dell’emissione a oggi, ha aumentato di molto il suo valore numismatico.

Soldi a palate per chi possiede questa ricercatissima moneta da 2 euro

L’esemplare che tratteremo oggi è una moneta commemorativa emessa dal Principato di Monaco nel 25 giugno 2018.
In questa data si celebrò il 250° anniversario della nascita di François-Joseph Bosio, uno scultore di fama mondiale. Tra le sue opere più celebri vi è la Ninfa Salmacis, attualmente esposta al Louvre di Parigi.

Sul dritto della moneta troviamo sulla parte sinistra il volto dell’artista; mentre sulla destra, proprio la sua bellissima scultura.
In basso, invece, vi è l’incisione del suo nome, con la sua data di nascita (1768) e l’anno di coniazione della moneta (2018). In alto, al di sopra delle due raffigurazioni, troviamo la scritta “MONACO”.

Come per le altre monete commemorative monegasche, anche qui vi è il simbolo della Zecca di Parigi e del suo direttore Yves Sampo.
Il materiale, il rovescio e la parte esterna della moneta, invece, sono comuni a tutti gli altri esemplari di euro.

Tiratura e valore

Questa particolarissima moneta commemorativa ha una tiratura di 16.000 pezzi, tutti coniati in qualità “proof”, o “fondo specchio”.

Per questo motivo il suo valore, già piuttosto elevato all’emissione, ora è ancora più alto e potrebbe aumentare col tempo. Infatti, potrebbero arrivare soldi a palate per chi possiede questa ricercatissima moneta da 2 euro.

Alla data di emissione questa moneta valeva circa 120 euro, mentre oggi, a distanza di 3 anni, può valere almeno 3 o 4 volte tanto. Infatti, in numerose aste sul web, si può trovare in un range di prezzo che va da 400 a quasi 900 euro.

Approfondimento

La quotazione di questa moneta da 2 euro sta raggiungendo cifre da capogiro

Consigliati per te