Smartphone ricondizionato, quando acquistarlo è un affare

Smartphone ricondizionato, quando acquistarlo è un affare. È un quesito che ci hanno posto in tanti, ecco cosa ne pensano gli Esperti di Tecnologia di ProiezionidiBorsa.

Molti vorrebbero comprare telefoni usati ma hanno paura delle truffe. È conveniente acquistare un cellulare ricondizionato? Se lo chiedono tutti coloro che hanno bisogno di cambiare telefono, ma hanno un budget limitato a disposizione.

Perché magari è un dono per il compleanno del figlio che ha rinunciato a tutti i regali quest’anno, pure a Natale. Vediamo quando vale la pena o no acquistare questa tipologia di prodotti. Se fanno effettivamente risparmiare soldi offrendo una qualità accettabile.

Che cos’è uno smartphone ricondizionato

Il ricondizionamento è la revisione di un prodotto già venduto una volta sul mercato che, a causa di qualche imperfezione, e dopo un breve utilizzo, è stato poi restituito al venditore.

Il prodotto, quindi, è a tutti gli effetti usato. In seguito, però, viene spedito alla casa madre che lo controlla e ne sostituisce le parti danneggiate. Infine, lo pulisce e lo igienizza.

Ad ogni telefono ricondizionato viene associata una categoria in base al livello di usura (dal grado A+ per quelli in condizioni migliori al grado C per i più usurati). L’oggetto si rimette poi in commercio ad un prezzo scontato.

Quali garanzie offrono i prodotti ricondizionati?

Un telefono ricondizionato può offrire le stesse garanzie di un prodotto nuovo. A patto che si conservi lo scontrino o la fattura da mostrare all’occorrenza, si potrà sempre godere della garanzia di due anni prevista dalla legge. Oltre che del diritto di recesso da esercitare entro due settimane dall’acquisto del prodotto.

In quali casi conviene acquistare uno smartphone ricondizionato?

Smartphone ricondizionato: quando acquistarlo è un affare.

Nonostante il buon rapporto qualità/prezzo offerto in media dai cellulari ricondizionati, è bene valutare attentamente quando è conveniente optare per questo tipo di prodotti.

Innanzitutto, è meglio rivolgersi ad un rivenditore qualificato. Scegliendo, ad esempio, tra quelli posizionati da più tempo sul mercato dei prodotti tecnologici e dell’e-commerce.

Attenzione a non ritrovarsi tra le mani un prodotto danneggiato, anche se pagato solo qualche centinaio di euro. Che per giunta non è possibile restituire e per il quale non si può essere rimborsati. È una situazione in cui nessuno vorrebbe trovarsi. È meglio quindi evitare i prodotti usati messi in vendita sulle aste online e nei vari mercatini, di cui non si conosce la provenienza.

Acquistare dal vivo o sul web solo da chi offre molte garanzie e ha buone recensioni. Inoltre, meglio valutare attentamente il tipo di smartphone che si vuole acquistare.

Meglio puntare sui modelli di marca super nota e ancora presenti sul mercato con i relativi ricambi. Nei prodotti di fascia medio-alta lo sconto è solitamente più netto e si possono ottenere prodotti performanti a prezzo interessante.

Consigliati per te