Si visita in un weekend questo borgo in Abruzzo con la suggestiva Fortezza

È quasi tempo di rientrare dalle vacanze e ritornare alla solita routine. L’estate è quasi finita e il meteo inizia a segnalarcelo con le piogge frequenti di questi giorni. Siccome settembre si prospetta un mese più altalenante, non potremo dedicarci alle solite gite fuoriporta. È questo il momento di approfittarne per visitare nuovi posti anche meno affollati ma sempre suggestivi. Non ci stancheremo mai di dirlo, l’Italia è davvero uno dei Paesi più belli al Mondo. Basta addentrarsi lungo la penisola per scoprire piccoli borghi quasi bloccati nel tempo. Città e monumenti ben preservati che ci sembra quasi di trovarci in un’epoca lontana. Un esempio è lo splendido borgo montano di Chiavenna, tanto bello in estate quanto in inverno. Oggi però ci sposteremo più a Sud per visitare una cittadina abruzzese che ameremo sicuramente.

Incredibile roccaforte che ci catapulta in epoche lontane

La cittadina di cui parleremo oggi è Civitella del Tronto, in provincia di Teramo. Non molti lo sanno ma qui si trova la fortezza più grande d’Italia, finalmente tornata visitabile. Si tratta dell’attrazione principale, grazie alla sua maestosità ed imponenza. I resti del Palazzo del Governatore, lunghi sentieri da percorrere tra caserme, cisterne e due piazze d’Armi. Ci sembrerà di ritornare all’epoca borbonica, ammirando i palazzi e gli edifici di impronta anche rinascimentale. Per accedere alla Fortezza bisogna pagare un biglietto, ma il costo è solo di 6 euro.

La posizione di Civitella del Tronto la rende un punto panoramico incredibile, oltre che fantastica roccaforte. Da qui si può ammirare il Gran Sasso, le Montagne Gemelle e i Monti della Laga. Oltre che meravigliosa dal punto di visto storico e culturale, è l’ultima roccaforte che si è piegata ai Piemontesi.

Si visita in un weekend questo borgo in Abruzzo con la suggestiva Fortezza

Ma questa cittadina ha molto altro da offrire oltre alla suggestiva Fortezza. Sicuramente meritano una menzione d’onore i prodotti tipici enogastronomici del luogo. Ma anche a livello architettonico e storico possiamo ammirare bellezze di ogni genere. Chiese ben preservate, vicoletti che si snodano lungo tutta l’area e anche un museo tessile. Per accedere al borgo si oltrepassa la splendida Porta Napoli, vicina alla Chiesa di San Lorenzo Martire. Uno dei punti panoramici più belli è probabilmente la Piazza Filippi Pepe, da lasciare senza fiato. Ma questi sono solo alcuni esempi delle bellezze di questo luogo poco conosciuto alle folle.

Visto che si visita in un weekend questo borgo in Abruzzo possiamo approfittarne per creare un itinerario. Possiamo percorrere la Regione da Nord a Sud e dirigerci verso Atessa, in provincia di Chieti. Questa cittadina ci rapirà il cuore con la sua storia misteriosa e avvincente.

Lettura consigliata

Si visita in un giorno questa cittadina in Abruzzo avvolta tra mito e leggenda dove ammirare una costola di drago

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te