Si può intestare la casa a qualcun altro per non pagare le tasse?

L’intestazione della casa ad un nuovo soggetto può avvenire, ad esempio, se un padre voglia evitare al figlio un domani le tasse di successione. Allora si può intestare la casa a qualcun altro per non pagare le tasse? Nessuno impedisce al proprietario di un immobile di traferirlo ad altri.

Per esempio spesso si assiste ad un trasferimento di immobili tra coniugi in sede di separazione. È uno dei metodi con cui il marito può tacitare le pretese della moglie in fatto di mantenimento per liberarsi dall’obbligo di versare l’assegno di mantenimento per anni. Inoltre il marito si libera così dalle tasse gravanti su quell’immobile come IMU o imposte per consorzio di bonifica. Tasse che rischierebbero di ridurre a zero la redditività di quell’immobile se anche dovesse essere affittato e se in più il marito continua a versare l’assegno di mantenimento alla moglie.

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Le spese per la diversa intestazione della casa

L’operazione non è gratuita. E bisogna aver chiari gli importi prima di chiedersi se si può intestare la casa a qualcun altro per non pagare le tasse. La donazione di un immobile deve essere fatta con atto pubblico notarile, come una compravendita. Le spese devono essere sostenute dal beneficiario dell’atto. Quindi dal nuovo proprietario. Nel caso della donazione dell’immobile al figlio è probabile che il padre stesso si faccia carico di ogni spesa. Nel caso della separazione tra coniugi la situazione è più complessa. Infatti se la moglie reclama l’assegno di mantenimento forse non avrà disponibilità economica per pagarsi il trasferimento della casa ex familiare.

Le imposte allo Stato

Le tasse dovute allo Stato rappresentano la principale voce di costo, seguita dai compensi del notaio. Non si possono qui dare parametri precisi in tal senso perché occorre calcolare il valore del trasferimento mediante rivalutazione della rendita catastale. Quindi si suggerisce di chiedere un preventivo al Notaio, che con la visura dell’immobile alla mano calcolerà l’importo al centesimo.

Il trasferimento con donazione

A quei costi si aggiungono le tasse specifiche che il Fisco impone sulle donazioni. Si tratta di imposta di donazione, catastale, ipotecaria e di registro. C’è una possibilità di risparmio se il destinatario dell’atto se la intesterà come prima casa. In questo caso tutte le tasse sopra elencate sono sensibilmente più basse.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te