Si chiama regola delle 5S ed è fantastica per tenere la nostra casa in ordine e pulita

Le famose pulizie di primavera ormai le abbiamo fatte. Quando si parla di pulizie primaverili si intendono quelle profonde che riguardano gli angoli di casa più nascosti. Queste andrebbero fatte almeno due volte l’anno, perché quelle che facciamo settimanalmente non vanno mai in profondità. Ad esempio, è importante pulire l’interno degli armadi, e questo significa spostare tutti i vestiti. Oppure lavare i cassettoni e anche sopra agli armadi. Sopra di questi, infatti, si deposita sempre tantissima polvere.

Un metodo efficace per pulire sopra gli armadi può essere quello di ricoprirli con della carta di giornale. Così, poi, basterà rimuovere quella, buttarla e sostituirla con dei nuovi giornali. Ma almeno la superficie rimarrà pulita.

Oltre a questi lavaggi intensi di casa, ci sono poi le pulizie infrasettimanali. E quando le facciamo è opportuno seguire determinate regole. Queste provengono dalla pulizia della postazione di lavoro, perché quando si è in degli spazi comuni è sempre meglio che questi siano in ordine e mai sporchi. E le 5S della lean aziendale possiamo applicarle anche in casa.

Si chiama regola delle 5S ed è fantastica per tenere la nostra casa in ordine e pulita

Le regole dunque sono 5 e iniziano tutte con la lettera S. Questa tecnica è giapponese e le parole sono: Seiri (separare), Seiton (sistemare), Seiso (spazzare), Seiketsu (standardizzare) e Shitsuke (sostenere).

Partiamo dalla prima. Per separare si intende rimuovere dagli spazi tutto ciò che non è utile e che è superfluo. Quindi, se in giro per casa abbiamo degli oggetti che effettivamente ci rendiamo conto siano inutili, rimuoviamoli.

Sistemare è molto importante. E questo significa organizzare la casa in base alle proprie necessità. Ad esempio, le cose che maneggiamo più spesso, di cui abbiamo più bisogno, devono essere a portata di mano e non nascoste negli armadi. Anche perché puntualmente ci dimentichiamo dove siano.

Spazzare va da sé che si riferisca alla pulizia di casa, mentre standardizzare è quindi quasi un catalogare. Ad esempio, riporre tutti i documenti fiscali in un cassetto, le ricevute mediche in un altro. Per il guardaroba: le camicie da una parte, i costumi dall’altra e via discorrendo. Spesso, tenendo per troppo tempo i vestiti chiusi nell’armadio, questi potrebbero assorbire strani odori, che però si possono evitare usando dei rimedi casalinghi.

Poi arriviamo alla fine, dove troviamo la regola del sostenere. Arriva, infatti, il momento di condividere questo mindset con i componenti della famiglia. Ognuno si dovrà occupare di una zona, che può essere la propria camera, e seguire queste regole. Così facendo, ognuno manterrà in ordine e pulito il proprio spazio.

E così si chiama regola delle 5S ed è fantastica, non solo per ordinare l’ufficio, ma anche la nostra casa.

Lettura consigliata

Per abiti profumati anche dopo una settimana dal lavaggio in lavatrice è questo l’impasto da creare

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te