Se il telefono si surriscalda o dà questi problemi bisogna intervenire prima che smetta di funzionare

Passato il primo anno di vita il nostro smartphone potrebbe iniziare a comportarsi in modo anomalo. Complici potrebbero essere l’aumentare delle applicazioni scaricate e aperte e il crescente utilizzo della memoria interna. Tuttavia, ci sono alcuni segnali piuttosto comuni da non ignorare, poiché potrebbero comunicarci l’usura di questo componente essenziale. Generalmente cambiarlo costa poco e non richiede grossi sforzi al professionista addetto. Perciò, se il telefono si surriscalda o dà questi problemi bisogna intervenire prima che smetta di funzionare.

I problemi segnalati più di frequente e collegati a questo componente sono riavvii anomali, surriscaldamento perenne, carica non costante e percentuali della batteria sballate. Può capitare poi che il telefono non si carichi del tutto o si spenga con capacità ben superiori allo 0%. Se riscontriamo spesso almeno uno dei problemi elencati o una situazione simile significa che è il momento di intervenire. Per non peggiorare le condizioni dello smartphone, può essere d’aiuto consultare l’articolo “Evitiamo quanto più possibile queste comuni e cattive abitudini perché potrebbero danneggiare irrimediabilmente il nostro cellulare”. Se, invece, abbiamo intenzione di cambiarlo definitivamente, potremmo prendere in considerazione un dispositivo con banda 5G. A tal proposito “Ecco le offerte imperdibili per avere telefoni 5G a prezzi stracciati”.

Se il telefono si surriscalda o dà questi problemi bisogna intervenire prima che smetta di funzionare

Come molti avranno afferrato, il componente in questione è la batteria. Se usurata o al limite della sua vita, questa potrebbe avere degli effetti anomali ed imprevedibili sull’esperienza d’uso. Potrebbe intaccare la sola autonomia, riducendo considerevolmente le ore di funzionamento, o creare problemi all’intero dispositivo, come quelli elencati sopra. Pertanto, prima che il telefono diventi inutilizzabile in momenti critici, interveniamo portandolo da un professionista o sfruttando la garanzia, se inclusiva dei danni della batteria.

Il cambio di batteria è un processo abbastanza comune e il più delle volte non richiede grossi sforzi all’addetto alla riparazione. Tuttavia, ciò dipende dal modo in cui è stato assemblato il nostro dispositivo. In alcuni smartphone è posta subito sotto lo schermo. In tal caso, il cambio non richiede grossi sforzi. Tuttavia, in altri è posta inferiormente a tutte le altre componenti o comunque nel mezzo. Il professionista potrebbe prendere in considerazione ciò per determinare il costo della manodopera, ma il prezzo dovrebbe comunque rimanere accessibile.

Approfondimento

Poche persone sanno come trovare il telefono perso e proteggere i dati in caso di furto

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te