Se il bambino si sveglia piangendo disperato potrebbe essere pavor nocturnus. Cosa fare per calmarlo?

Il terrore nelle notti dei bambini: che cosa sono i pavor nocturnus? Come si gestiscono?

Capita ad alcuni bambini di svegliarsi nel cuore della notte, terrorizzati, urlando e piangendo in modo inconsolabile. No panic. Siamo di fronte ad episodi di pavor nocturnus, ossia terrore notturno.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Oil Free Fryer, la vera friggitrice ad aria

Scopri il prezzo lancio

Friggitrice Fryer

Il pavor notturno è un disturbo nel sonno che si manifesta soprattutto in età prescolare. Come il sonnambulismo, non è legato a traumi o problemi emotivi e non nasconde alcuna patologia. I genitori sono spesso spaventati, perché se il bambino si sveglia piangendo disperato potrebbe essere pavor nocturnus. Cosa fare per calmarlo?

Cosa è il pavor nocturnus e come riconoscerlo

Nella notte, nella fase di sonno profondo, il bambino inizia a piangere in disperatamente. A volte sembra sveglio (gli occhi spesso sono sbarrati) ma non reagisce a nessuno stimolo del genitore, calmarlo pare un’impresa impossibile. Altre volte, ha gli occhi chiusi e si capisce che sta piangendo nel sonno. Spesso si può notare tachicardia, sudorazione eccessiva, viso pallido o particolarmente arrossato.

Di solito questi episodi si manifestano tra i 2 e i 12 anni con frequenza irregolare e scompaiono da soli in adolescenza.

Cosa può fare un genitore per calmare il bambino quando ha un pavor nocturnus?

Se il bambino si sveglia piangendo disperato potrebbe essere pavor nocturnus. Cosa fare per calmarlo? La cosa più importante da sapere è cosa non fare. Come nei casi di sonnambulismo, non bisogna cercare di svegliare il bambino o toccarlo. Questi gesti potrebbero, infatti, acutizzare lo stato di stress.

I genitori, che in queste situazioni possono vivere una profonda angoscia, devono cercare di mantenere un tono calmo, parlare con voce tranquilla al bambino, rassicurandolo.

La cosa da farsi è aspettare che tutto passi, così come è arrivato.Meglio mantenere la calma.

Questi episodi possono durare da pochi minuti a mezz’ora circa ma si risolvono da soli. Non lasciano segni nel bambino, che al risveglio non ricorderà nulla.

Perché i bambini si svegliano terrorizzati nel sonno?

Le cause del pavor nocturnus sono ancora avvolte nel mistero. Come scrivono i pediatri, potrebbe trattarsi della risposta ad un’attivazione del sistema limbico, ma sono esclusi i disturbi neurologici, affettivi o relazionali. Il pavor notturno non è un incubo e non è nemmeno associabile a degli attacchi di panico.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te