Se dopo una camminata abbiamo male sotto al piede o nella parte superiore sentendo dolore ad appoggiarlo, questi potrebbero essere sintomi di tale infiammazione   

Con l’arrivo della bella stagione e con lo splendere del sole, ci siamo probabilmente avventurati in lunghe passeggiate. Del resto, si ha voglia di evadere dalla solita routine, ritagliandoci dei momenti da passare anche con noi stessi. E basta prendere bici o macchina per recarci in luoghi, che offrono dei cammini spettacolari.

Anche solo uscire per camminare, in città, allo scopo di perdere peso, tutti i giorni, è utile per mantenersi in forma.

Attenzione a questi segnali che potrebbero non essere solo temporanei

Però, come spesso succede, il troppo, stroppia. Se non siamo più che attenti a camminare con criterio e giudizio, potremmo trovarci alle prese con dei fastidi. Che, se non curati per tempo, si potrebbero trasformare in qualcosa poi di lungo da sistemare. Con non pochi disagi.

Se dopo una camminata abbiamo male sotto al piede, sentendo dolore ad appoggiarlo, è ovvio che sia l’avvisaglia di un problema, che non dovremmo mai trascurare.
Ad esempio, a qualcuno può capitare che quando si alza dal letto o dalla poltrona, sente male sotto la pianta del piede. Poi, camminandoci sopra, “riscaldandolo”, il dolore diminuisce.
È chiaro che una simile situazione non sia normale, ma indice di un disturbo.

Come spiegano anche gli esperti dell’Humanitas, potrebbe trattarsi di fascite plantare. Si tratta di una delle cause più comuni di tallonite. Come spiegano gli specialisti, il disturbo è caratterizzato da infiammazione e dolore al legamento arcuato che attraversa la parte inferiore del piede. Quello che collega il tallone con la base delle dita dei piedi.

Se dopo una camminata abbiamo male sotto al piede o nella parte superiore sentendo dolore ad appoggiarlo, questi potrebbero essere sintomi di tale infiammazione

Fare sport, usare scarpe inadatte, il peso, l’età (tra i 40 e i 60 anni), stare in piedi molte ore sono tra le cause della fascite. Per prevenirla, dovremo, ad esempio, avere un peso nella norma, utilizzare scarpe da ginnastica o da corsa adatte al nostro piede. Lo specialista, ci dirà come trattarla.

Anche la tendinite del piede è un altra delle cause più comuni di dolori all’arto o alla caviglia. Come fa intuire la parola stessa, è una infiammazione che colpisce il tendine. Anche in questo caso, sono anche gli specialisti di Humanitas a presentare il problema. È un disturbo in aumento sia a causa dello sport praticato con scarpe non adatte, sia anche per l’uso, nella vista, di calzature inappropriate.

Ce ne sono di vari tipi e, a seconda, possono colpire il tallone, il collo del piede e anche le dita. Spesso, dipende anche da un sovraccarico dovuto ad un eccesso di attività e non solo legata alla corsa. Anche camminare tutti i giorni, velocemente, senza dare riposo, potrebbe crearci sovraccarico.

Anche in questo caso, consultiamo uno specialista che ci darà le soluzioni più idonee.

Lettura consigliata

È questa l’ora precisa da rispettare per uscire a camminare se vogliamo dimagrire rapidamente e ottenere fantastici risultati sulla bilancia

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te