Scoprire come risparmiare e cominciare ad investire denaro sfruttando lo smartphone

Oggi senza lo smartphone saremo fuori dal mondo. L’apparecchio elettronico più desiderato non solo ci permette di telefonare ma di fare tanto altro mettendolo spesso sotto stress. Con questo articolo vogliamo scoprire come risparmiare e cominciare ad investire denaro sfruttando lo smartphone. Chi ha intenzione di fare questo e tanto altro con il proprio smartphone deve necessariamente essere certo di avere un apparecchio con una batteria potente.

Controllare il proprio smartphone

Infatti l’uso smisurato di applicazioni ha l’effetto di scaricare l’apparecchio velocemente e correre il rischio di non poter completare il proprio lavoro. Dopo aver dato un’informazione necessaria, scopriamo come risparmiare e cominciare ad investire.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

App finanziarie

All’interno degli Apple Store o Google Play ci sono una miriade di proposte di app finanziarie che possono fare al nostro caso. L’intento è di illustrare quali tipi di possibilità sono presenti sul mercato tecnologico e lasciare al Lettore poi la scelta definitiva. Non è nostra intenzione, infatti, favorire uno o l’altro ma solo di far conoscere la presenza di queste app finanziarie.

Cosa possiamo fare

Quest’ultime, infatti, aiutano concretamente il cittadino ad accantonare piccole cifre in base a obiettivi prestabiliti oppure dare la possibilità di cominciare a investire in modo sicuro. Infine chi ha interesse a programmi di cashback oppure alla gestione delle proprie spese trova nella tecnologia un valido alleato.

Il rapporto dei giovani con il denaro

Come tutti sappiamo i giovani sono i maggiori fruitori di smartphone e con questo apparecchio fanno veramente di tutto. La società Excellence Consulting ha redatto uno studio per capire come i giovani si relazionano con capacità di risparmio, strumenti di pagamento e prodotti di investimento.

Giovani risparmiatori

Ebbene, i giovani tra i 25 e 34 anni destinano tra il 20% e il 30% delle proprie entrate alla voce risparmio. Una quota effettivamente alta destinata a finire sul conto corrente. Ma una volta accantonati questi risparmi non c’è una alta propensione all’investimento. Infatti solo il 38% degli intervistati ha chiaramente detto di aver investito denaro.

Probabilmente sarà il momento poco congeniale della crisi economica ma i giovani non scartano l’ipotesi di investire nei prossimi due anni. Perciò ora i giovani hanno voglia di capire meglio e scoprire come risparmiare e cominciare ad investire denaro sfruttando lo smartphone.

Consigliati per te