Scopriamo 3 piante profumate che creano rigogliose cascate di fiori sui davanzali e colorano le ringhiere dei balconi più soleggiati

Anche se le temperature salgono e le giornate diventano sempre più calde, non dobbiamo trascurare il balcone, anzi dobbiamo ripensarlo e riorganizzarlo. Creare uno spazio ombreggiato e profumato è un compito impegnativo. Alcune piante, però, non hanno paura del sole e creano fitte cascate proteggendo lo spazio aperto e rendendolo vivibile in tutte le ore del giorno. Anche quelle del pomeriggio. Scopriamo, dunque, 3 piante profumate con cui abbellire i balconi questa estate, la loro ombra e i profumi ci regaleranno pomeriggi di vero relax.

La mandevilla ha fiori grandi e può superare i 4 metri di crescita, ha fusti sottili che si sviluppano velocemente ed è molto utile negli spazi ristretti. La coltivazione è diversa rispetto agli altri esemplari, perché viene effettuata attraverso vasi appesi. Montando appositi graticci, si possono sfruttare le qualità rampicanti per avere cascate di fiori dai colori molto intensi. La mandevilla abbellisce i balconi e crea tanta ombra grazie alla sua resistenza quando è esposta a luce e sole.

Le cure delle piante versatili

La mandevilla fiorisce in primavera e in estate e ha un profumo intenso. I colori variano dal rosa al bianco, si tratta quindi di sempreverdi molto belli che richiedono anche poca cura. Le innaffiature non devono essere abbondanti e non dobbiamo preoccuparci se manchiamo da casa. Queste sono piante che sopportano anche periodi prolungati di siccità.

L’ibisco è una pianta perenne di dimensioni importanti che regala colori vari e molto intensi come blu, giallo e rosso. Ne esistono diverse specie e varietà. Si tratta di una pianta versatile che vive bene fuori e dentro casa, con climi torridi o miti. Se effettuiamo uno spostamento, però, ricordiamoci di farlo gradualmente. Portare la pianta dall’ombra al sole di colpo potrebbe rovinarla. Il rampicante può essere curato utilizzando vasi ampi che vanno cambiati ogni 2 anni con terriccio ricco di humus, umido ma ben drenato.

Scopriamo 3 piante profumate che creano rigogliose cascate di fiori sui davanzali e colorano le ringhiere dei balconi più soleggiati

L’ibisco ha una crescita vigorosa,, quindi le operazioni di potatura sono fondamentali. Devono essere perfezionate dopo la fioritura, prima che arrivi l’inverno, eliminando i rami rovinati o disordinati. Questo allungherà la vita della pianta.

Un altro sempreverde a cui potremmo pensare per rendere colorati e profumati i nostri balconi è la clematis. È una pianta legnosa che produce viticci sottili, quindi ideale perché si sviluppi in verticale lungo graticci e sostegni appositi. Durante l’inverno, la pianta perde le foglie, soprattutto se la fioritura è stata abbondante.

Sono piante molto belle che richiedono esposizione al sole, si nutrono dei raggi e quando si sviluppano creano molta ombra e profumano lo spazio aperto. Perché questo avvenga, però, le radici devono rimanere all’ombra e ben protette dalle correnti. Durante la stagione estiva dobbiamo innaffiare la pianta con continuità e mescolare il concime con acqua ogni 2 settimane.

Lettura consigliata

Non matrimoni a costo zero o improvvisati ma cerimonie semplici e originali con questi addobbi floreali economici che sono ottime idee alternative

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te