Scade il 26 gennaio il bando per ottenere 444,30 euro per un anno, ecco chi e come potrà fare domanda

In arrivo nuove opportunità di lavoro in tutta Italia, con possibilità di partecipare a progetti anche all’estero. Il 2022 si apre all’insegna della crescita economica e personale per molte persone che, in queste ore, sono alla ricerca di offerte di lavoro.

In particolare, il Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale ha recentemente pubblicato il bando nazionale per il 2022.

Saranno selezionati 56.205 operatori volontari che avranno la possibilità di guadagnare dedicandosi a progetti sociali volti alla difesa della Patria senza armi e senza violenza. Attenzione, però, perché scade il 26 gennaio il bando per ottenere 444,30 euro per un anno, ecco chi e come potrà fare domanda.

Volontari e compenso

In buona sostanza il bando è rivolto ai giovani dai 18 ai 28 anni e la durata dei progetti varia dagli 8 ai 12 mesi. Per quanto riguarda il compenso, il Servizio Civile prevede un contratto di lavoro con il Dipartimento. Tale rapporto lavorativo garantisce un assegno mensile di 444,30 euro. Per i volontari che opereranno all’estero, invece, è previsto anche il pagamento di vitto e alloggio.

Per il 2022 saranno moltissimi i progetti tra cui scegliere, sia al Nord che al Sud Italia, ma anche all’estero.

Dunque, bisognerà affrettarsi perché scade il 26 gennaio il bando per ottenere 444,30 euro per un anno, ecco chi e come potrà fare domanda

Delle aree di intervento del Servizio Civile, dei progetti e delle modalità di invio della domanda di partecipazione ne avevamo già parlato in precedenza.

Quest’oggi, invece, ci dedicheremo alla DOL, ovvero la piattaforma specifica per presentare la domanda di partecipazione.

La Domanda On Line (DOL) sarà uno strumento fondamentale per inviare la domanda di partecipazione. Tale piattaforma consente ai giovani di candidarsi con il proprio smartphone o tramite PC o tablet.

Dunque, la DOL è facile e veloce ma per utilizzarla bisognerà effettuare diversi passaggi che spiegheremo di seguito.

Come accedere alla DOL

Si può accedere alla piattaforma consultando la pagina domandaonline.serviziocivile.it, oppure tramite le pagine ufficiali del Dipartimento per le Politiche giovanili e del Servizio Civile.

Per i cittadini italiani servirà lo SPID per accedere alla piattaforma.
Per i cittadini che appartengono ad un altro Paese dell’Unione Europea o fuori dai confini europei servirà richiedere le credenziali direttamente al Dipartimento.

Come si ottiene lo SPID?

Il Sistema Pubblico di Identità Digitale, chiamato anche SPID, garantisce ai cittadini di accedere telematicamente e in modo sicuro ai servizi delle Pubbliche Amministrazioni.
L’identità SPID è rilasciata dai Gestori di Identità Digitale. Sul sito www.spid.gov.it sarà possibile scegliere tra i gestori autorizzati.

I dati richiesti saranno:

  • un documento italiano in corso di validità (carta di identità, patente, passaporto);
  • tessera sanitaria (o tesserino codice fiscale, o il certificato di attribuzione di uno dei due);
  • e mail e numero di telefono.
Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te