Ricci morbidissimi e luminosi in pochi passaggi più una maschera che li nutre e li rende definiti

capelli

In questa stagione dal meteo ballerino l’umidità è assoluta protagonista, che si tratti di pioggia o neve. Al di là del fatto che è una vera seccatura trovarsi inzuppati prima di entrare in ufficio o tornare a casa, c’è la questione capelli.

Anche la chioma risente di freddo e maltempo, diventando più fragile: ecco perché sarebbe bene evitare alcuni comunissimi errori in fase di lavaggio e asciugatura.

Detto questo, chi ha i capelli ricci è doppiamente disperata perché li trova estremamente indisciplinati, per non parlare dell’odioso effetto crespo.

Certo, cuffie e cappelli, così come alcuni oli protettivi, possono dare una mano a scongiurare questi problemi, ma il giusto trattamento parte da casa.

Scopriamo, dunque, come avere ricci morbidissimi e luminosi in pochi passaggi più una maschera che li nutre e li idrata a fondo.

Indice dei contenuti

Dallo shampoo al phon

Cominciamo dal lavaggio: oltre a non esagerare con la quantità di shampoo, controlliamo che contenga oli vegetali o ceramidi, entrambi ottimi per ammorbidire la chioma.

Arriva poi il temutissimo momento del pettine: preferiamone uno in legno e a denti larghi per lavorare meglio le ciocche ed eliminare i nodi.

A questo punto, non resta che procedere con l’asciugatura, cominciando a tamponare delicatamente i capelli con un panno in microfibra.

In questo modo, potremo limitare l’uso del calore del phon, indispensabile in questa stagione anche se i ricci andrebbero lasciati asciugare al naturale.

Essenziale è ovviamente il diffusore e il controllo dell’aria, che non deve essere troppo calda così da non danneggiare il capello.

Una volta a testa in giù, muoviamo leggermente le varie ciocche con le dita, così da lasciarle libere di esprimersi poi nella loro naturale forma.

Infine, prima che la chioma sia completamente asciutta, ricordiamoci di applicare un olio per lucidare le lunghezze.

Ricci morbidissimi e luminosi in pochi passaggi più una maschera fai da te con ingredienti naturali

Attenzione poi perché l’errore comune è quello di trascurare l’uso di specifici prodotti per lo styling, ma sono quelli che aiutano meglio a definire.

In particolare, chi cerca un riccio dall’effetto selvaggio dovrebbe munirsi di spray salini, mentre un prodotto in crema sarebbe indicato per boccoli più corposi.

In ogni caso, anche alcuni ingredienti naturali che arrivano direttamente dalla dispensa di casa possono essere d’aiuto nel rimpolpare i ricci secchi e rovinati.

Vediamo quindi come preparare due velocissime maschere fai da te, da applicare ovviamente dopo lo shampoo.

Ricordiamo come sempre di testare il prodotto inizialmente solo su una porzione del cuoio capelluto, per monitorare eventuali reazioni allergiche. In effetti, sapendo magari di avere una cute sensibile, è sempre meglio chiedere previo consiglio al proprio dermatologo.

Detto questo, una prima maschera nutriente è quella a base di banana. Schiacciamo la polpa di una banana matura e aggiungiamo un cucchiaino di olio di cocco, uno di olio d’oliva e l’altro di miele. Lasciamo in posa per 5 minuti post shampoo e risciacquiamo con abbondante acqua tiepida.

In alternativa, possiamo provare la maschera con polpa di un piccolo avocado, un cucchiaio di olio d’oliva e 50 ml di latte.

Infine, ricordiamo che alcuni degli ingredienti appena menzionati potrebbero aiutare anche nella cura per le mani secche e screpolate.

Consigliati per te