Asciugare velocemente i panni in casa senza farli puzzare con l’astuzia al posto dell’asciugatrice

panni

L’autunno e l’inverno portano il freddo e conseguenti cambiamenti di abitudini per evitare possibili disagi. Prima di tutto ci conduce a provvedere al riscaldamento di casa, ma i problemi riguardano anche le aree esterne.

Ad esempio, dovremo pensare anche alle nostre piante in giardino e sul balcone. Per evitare di vederle morire oltre a ripararle, sarà bene scegliere una pianta sempreverde resistente al freddo.

Uno dei più grandi problemi del brutto tempo riguarda il bucato. Le temperature basse rischiano di far ghiacciare i vestiti fino a romperne le fibre. Un imprevisto che si può evitare lavando i vestiti col sale, che riduce la temperatura di congelamento dell’acqua.

In ogni caso, il freddo fa sì che i nostri panni rimangano stesi a lungo prima di asciugarsi. Tanto più considerando il rischio frequente di piogge, che oltre a inumidirli ulteriormente potrebbe anche sporcarceli di terra.

Date tali premesse verrà spontaneo stendere e asciugare i panni in casa, il che però spesso non comporta meno problemi.

Indice dei contenuti

Rischio muffa e umidità

Per asciugare velocemente i panni all’interno dell’abitazione sicuramente un metodo ottimo è l’asciugatrice. Vi è da dire che però richiede alcune spese, quella iniziale per acquistarla nonché quelle nella bolletta della corrente elettrica. Ovviamente, i consumi dipenderanno dalla classe energetica, a tal proposito conviene puntare sull’A, che è la più alta. In questo caso consumerebbe all’incirca 2kWh a ogni operazione.

Spesso, però, non si vogliono affrontare nuove spese e quindi si continua a stendere i panni in casa normalmente in attesa che asciughino.

Un’operazione spesso non proprio rapida e che comporta alcuni inconvenienti ricollegati alla formazione di condensa. L’acqua del bucato steso dentro evapora col calore e si trasforma in umidità. Quest’ultima va a depositarsi sui muri e potrebbe provocare la formazione di un fungo, la muffa.

La muffa disperderebbe particelle nell’ambiente, le spore, che inalate potrebbero generare tosse, asma e altri problemi a livello respiratorio. Inoltre, non arieggiando e restando a lungo umidi, i vestiti rischiano di puzzare.

Fortunatamente, possiamo accelerare l’operazione di asciugatura nonché combattere determinati rischi in modo davvero semplice.

Il trucco economico per asciugare velocemente i panni e farli profumare

Possiamo creare senza spese la nostra personale asciugatrice. Ne esistono alcune dalla forma di un armadio di stoffa e, con pochi elementi, possiamo creare qualcosa di molto simile.

Ci servirà semplicemente un lenzuolo abbastanza grande, preferibilmente matrimoniale e di cotone che è maggiormente traspirante.

Appendiamo il bucato sullo stendino come facciamo di solito e avviciniamo lo stesso al termosifone. A questo punto incastriamo un lato del lenzuolo dietro al termosifone e andiamo a richiudervi con il lato opposto lo stendibiancheria. Quando accenderemo il riscaldamento il lenzuolo immagazzinerà il calore all’interno e farà asciugare in un battibaleno i vestiti. Per essere ancora più rapidi durante il lavaggio usiamo la centrifuga. Ugualmente strizziamoli perbene quando li laviamo a mano usando magari uno smacchiatore fai da te.

Avendo chiuso lo stendino, l’umidità dovrebbe aderire principalmente al lenzuolo, per non correre rischi, però, possiamo appendere al termosifoni dei sacchetti di sale o bicarbonato che l’assorbono. Possiamo poi anche mettervi degli infusi di tisane o della lavanda essiccata così che col calore vadano a profumare i panni.

Inoltre, ricordiamoci sempre di far arieggiare quotidianamente la casa.

Consigliati per te