Rendiamo il balcone fiorito e profumato grazie a questa spettacolare pianta della tradizione

Il mirto, detto anche Myrtus communis, è un arbusto tipico della vegetazione mediterranea particolarmente diffuso in Sicilia e in Sardegna. Sebbene sia principalmente conosciuto per il liquore che ne si deriva, il mirto è anche una pianta dai bellissimi fiori bianchi candidi e dal profumo inebriante.

Rendiamo allora il balcone fiorito e profumato grazie a questa spettacolare pianta della tradizione.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Piantare e coltivare il mirto

La pianta del mirto è perfetta per abbellire e profumare un balcone. Possiamo piantarla in diversi modi: comprando una piantina già cresciuta da un vivaio; riproducendola a partire dal seme; o, se a disposizione, propagandola per talea.

Riprodurla a partire dal seme non è molto semplice. La germinazione, infatti, non è mai scontata e per arrivare ha una pianta di buone dimensioni ci vogliono alcuni anni. Consigliamo infatti la propagazione per talea, partendo da un ramo giovane di circa 20 cm. Basterà piantare il ramo in un vaso riempito a metà con sabbia e a metà con terriccio, curandolo poi come una piantina vera e propria.

Per poter piantare il mirto dovremmo però fare attenzione a fornirgli un terreno neutro o comunque non troppo acido, nonché ben drenante. Il mirto si adatta bene al vento e al sole ma soffre le basse temperature, per questo motivo in inverno andrà spostato dentro casa.

Proprietà aromatiche

Il mirto è poi un’interessante pianta dalle proprietà aromatiche e officinali proprio per il suo contenuto di resine, oli essenziali e tannini. Grazie alle sue proprietà balsamiche, astringenti, antisettiche ed antinfiammatorie possiamo allora utilizzarlo sia in campo erboristico che farmaceutico. Soprattutto per la cura di problematiche legate all’apparato digerente e al sistema respiratorio.

Di questa pianta possiamo utilizzare praticamente tutto: una volta essiccata, le foglie sono fantastiche per insaporire piatti a base di carne e pesce; i fiori invece possono essere utilizzati per ricavare delle portentose essenze utili in campo cosmetico. Le bacche, invece, oltre ad essere direttamente commestibili, una volta colte, vengono impiegate proprio nella preparazione del liquore di mirto. Ecco perché, se allora rendiamo il balcone fiorito e profumato grazie a questa spettacolare pianta della tradizione, non ce ne pentiremo di sicuro.

Approfondimento

Una straordinaria pianta aromatica per profumare e valorizzare anche i terreni più poveri e rocciosi

Consigliati per te