Questo semplice stratagemma a cui nessuno pensa può essere la chiave per dimagrire e smettere subito di mangiare fuori pasto

Con l’arrivo della bella stagione tutti corrono ai ripari cercando di mettersi in forma. Questa lunga pandemia infatti ha regalato qualche chilo in più a molti di noi. Però, anche se il nostro corpo è uscito indenne da questo periodo di reclusione, potremmo voler migliorare la nostra linea. Bene, questo semplice stratagemma a cui nessuno pensa può essere la chiave per dimagrire e smettere subito di mangiare fuori pasto.

Tutto sta nelle porzioni

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina Fit, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Tutti sappiamo quali sono le abitudini che ci portano a perdere peso. Dobbiamo mangiare più sano e fare più attività fisica. Però, mangiare più sano non vuole dire solo cambiare quale tipo di cibo scegliamo. È vero che dobbiamo mangiare più frutta e verdura, ma in che quantità? Più in generale, come facciamo a controllare le porzioni di tutto il cibo che mangiamo? Perché fare questo vuole dire avere maggiore consapevolezza di quello che ingeriamo e le calorie che assumiamo diminuiranno. Vediamo come tradurre tutto questo in una semplice abitudine che tutti possiamo prendere per dimagrire.

Questo semplice stratagemma a cui nessuno pensa può essere la chiave per dimagrire e smettere subito di mangiare fuori pasto

Un primo passo verso un corpo più tonico è evitare di mangiare cibo poco sano fuori pasto. Eppure, quella busta di patatine o salatini e quei biscotti in scatola sembrano proprio allettanti. Ogni tanto possiamo farci una concessione, no? Se poi vogliamo mangiare frutta, possiamo mangiarne quanta ne vogliamo, giusto? Se decidiamo di farci una concessione o optiamo per della frutta, la chiave sta sempre nella porzione.

Proviamo a pensare a quando mangiamo delle patatine oltre le leccornie che vengono da una busta o un pacchetto. Spesso ci capita di estrarne una dopo l’altra, senza fare attenzione a quanto effettivamente stiamo mangiando. Diventa quasi un riflesso fisico, automatico.

Un metodo molto semplice per evitare che questo avvenga è creare noi delle porzioni. Certo, possiamo misurare la quantità, ma per iniziare basta un semplice piatto. Versiamo le nostre patatine o i biscotti sul piatto e saremo automaticamente portati ad accumulare una minore quantità di cibo. Questo perché stiamo dando tutte le nostre attenzioni alla creazione delle porzioni.

A dircelo sono istituzioni che si occupano di dare consigli alla popolazione su come mangiare in modo sano. Ad esempio, questo consiglio lo riporta il National Institute of Diabetes and Digestive and Kidney Deseases e il National Institute of Aging. Oltretutto, posizionare qualunque cosa mangiamo in un piatto ci rende più consapevoli del tipo di cibo che ingeriamo e in che quantità. Ecco che quindi come un semplice piatto si può trasformare in uno strumento utilissimo della nostra dieta.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te