Queste cascate alte e impetuose sono uno spettacolo della natura dentro a un paesaggio da fiaba e si trovano proprio in Italia

I moltissimi paesaggi che costellano l’Italia sono un invito a nozze per i turisti che la visitano ogni anno. In qualsiasi stagione questo Paese è in grado di sorprenderci e ammaliarci grazie alle sue bellezze naturali. Parlando proprio di queste, oltre a mare, grotte e colline verdeggianti, siamo fieri di ospitare imponenti cascate.

Questi formidabili salti d’acqua sono una vera e propria opera d’arte di Madre Natura e da non perdere per chiunque ami viaggiare. In Italia ce ne sono svariate che vale la pena di visitare, ma non tutte sono note come quella delle Marmore o dell’Acquafraggia.

Già, perché vi sono ancora angoli nascosti e quasi incontaminati che non sono ancora preda del turismo di massa. Se adoriamo il trekking e restare immersi in mezzo alla natura, sappiamo che la destinazione di oggi ci farà letteralmente innamorare.

Le Cascate del Dardagna

Non ci troviamo in Africa o nel Sud America, ma in una regione d’Italia che tutti conosciamo bene. Le Cascate del Dardagna, per chi non le avesse mai sentite nominare, si trovano in Emilia-Romagna, sull’Appennino bolognese.

I 200 metri di altezza ne fanno uno dei salti d’acqua più imponenti d’Italia, che giunge fino a valle in tre step. Sono ben sette queste cascate sorelle e ognuna di esse ci sorprenderà e renderà la nostra escursione indimenticabile.

Queste cascate alte e impetuose sono uno spettacolo della natura dentro a un paesaggio da fiaba e si trovano proprio in Italia

Le cascate del Dardagna prendono il nome dall’omonimo torrente che le forma. Questo corso d’acqua nasce dal Corno delle Scale per terminare la sua corsa frenetica al Santuario della Madonna dell’Acero a valle. La più impressionante è forse l’ultima cascata, che si dovrebbe raggiungere a piedi abbastanza facilmente.

Il panorama circostante è davvero incredibile, tanto che ci sembrerà di entrare in un libro di racconti per bambini. Il boschetto attorno pullula di specie vegetali affascinanti e tutte colorate. Tra queste si possono intravedere esemplari di garofanino maggiore, lattuga montana, calta palustre e farfaraccio. Non mancano nemmeno alberi noti come il nocciolo e l’acero.

Per visitare queste cascate alte e impetuose si può arrivare in auto o con mezzi pubblici fino al Santuario della Madonna dell’Acero. Da qui si può intraprendere il sentiero detto “delle sette cascate” che porta fino alla cima del monte.

Lettura consigliata

Guida alle 5 grotte più belle e affascinanti d’Italia per esplorare autentici spettacoli naturali a pochi passi da casa

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te