Questa magnifica moneta commemorativa di Padre Pio potrebbe valere già una piccola fortuna

Tra le tante monete commemorative emesse dopo l’unione monetaria, ve ne sono alcune che possono raggiungere un discreto valore. Come ad esempio, questa moneta dedicata a Galileo Galilei che è nei desideri di tantissimi collezionisti.

Ci sono altre monete che, tolto il valore di mercato, potrebbero avere invece un valore numismatico e affettivo molto elevato. Nelle prossime righe ne analizzeremo una che riguarda molto da vicino i cristiani e i fedeli di tutto il Mondo.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO POTENZIALE FINO AL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Questa magnifica moneta commemorativa di Padre Pio potrebbe valere già una piccola fortuna

Lo Stato della Città del Vaticano, ci ha ormai abituato con l’emissione di monete commemorative davvero molto particolari.
Come ad esempio, la moneta emessa nel 2018 per celebrare il 50° anniversario della morte di Padre Pio.
Sul dritto troviamo al centro il volto del santo di Pietrelcina, con in basso la scritta “Padre Pio”.
In alto vi è inciso, invece, lo Stato che ha emesso la moneta, appunto la “Città del Vaticano”.

Ad altezza centrale, nei lati, vi sono rispettivamente a sinistra l’anno della morte del santo, ossia il 1968. Mentre a destra troviamo l’anno di emissione, ossia il 2018.
Sempre ai lati, ma in una posizione più bassa, vi sono in vece le firme dello scultore Patrizio Daniele e dell’incisore Valerio de Seta.

Non tutti sanno che tutte le monete del Vaticano, vengono emesse direttamente dalla Zecca di Roma. Ed è per questo motivo che, in basso a destra, troviamo la classica lettera “R”.
Sui bordi esterni troviamo le solite 12 stelle a 5 punte dell’Unione Europea.
Il rovescio è, invece, quello comune a tutte le monete da 2 euro.

Diversi valori in base al modello

Ora è arrivato il momento di scoprire perché questa magnifica moneta commemorativa di Padre Pio potrebbe valere già una piccola fortuna.

Partiamo col dire che questa moneta, come molte altre, non è mai circolata. Infatti, esistono tre versioni diverse, tutte dedicate ai collezionisti.

La prima versione, che vale intorno ai 25 euro è la versione in Folder in Fior di Conio, con una tiratura di 76.000 pezzi.
La seconda versione è invece confezionata in Busta Filatelico Numismatica, accompagnata da un francobollo speciale. Questa versione, emessa in 8.000 esemplari, attualmente vale intorno ai 40 euro.
Infine, la terza versione, questa volta in Fondo Specchio, vale almeno 45 euro.
Non è escluso che, in alcune aste, questi valori siano ben più superiori.

Approfondimento

Questa incredibile moneta da 2 euro è davvero il sogno proibito di molti collezionisti.

Consigliati per te