Questa è la più bella rosa del Mondo ma quasi nessuno la coltiva anche se sfatando tutti i miti non è poi così difficile

La rosa è, certamente, uno dei fiori più belli in assoluto. Ne esistono diverse varietà e ogni amante dei fiori vuole averle nel suo giardino. Uno dei colori più rari è quello della cosiddetta “rosa nera”, considerata molto difficile da coltivare.

Tuttavia, in realtà, le rose nere non esistono in natura. Quelle che vengono chiamate “nere” sono di un colore rosso scuro, molto intenso che, da lontano, dà l’effetto del nero.

Il tipo più popolare di rosa di questo tipo è la “giada nera”. La sua coltivazione differisce leggermente dagli altri tipi di rose ma si tratta di un procedimento non così estremamente complicato. Basta semplicemente attenersi ad alcune direttive. Sicché questa è la più bella rosa del Mondo ma quasi nessuno la coltiva anche se, sfatando tutti i miti, non è poi così difficile! Vediamo, allora, come coltivare le rose nere.

Cosa ci occorre per coltivare la rosa più bella del Mondo

Per ottenere questa rosa, abbiamo bisogno solo di alcuni ingredienti. Ovvero acqua, terreno, sabbia o pacciame organico. E ancora forchetta, fertilizzante specifico, fungicida.

Allora, prima di piantarle, dobbiamo servirci di una forchetta a vanga per girare per bene il terreno. In questo modo, lo renderemo più leggero e morbido.

Poi, possiamo piantare il cespuglio di rose in un terreno sabbioso. Se questo è pesante e argilloso, dobbiamo aggiungere un po’ di sabbia o pacciame organico.

Da qui, scaviamo un buco di circa 10 centimetri di larghezza. E con una profondità pari al doppio della lunghezza delle radici della pianta. Infine, posizioniamo la pianta, riempiendo bene il buco con il terreno e mettiamola in una zona di semi ombra.

Come innaffiarla

Durante la stagione estiva, occorre innaffiare la pianta almeno tre volte a settimana, mantenendo il terreno leggermente umido.

Inoltre, è bene ricorrere a un fertilizzante specifico per la coltivazione delle rose. Questo va utilizzato all’inizio della stagione di crescita. Ovvero verso l’inizio della primavera. Inoltre, la sua applicazione va ripetuta verso metà estate.

Come potarla

La potatura delle rose nere, invece, è da effettuare nei mesi di gennaio e febbraio. Occorre potarla dall’alto verso il basso, lasciando solo 10-15 cm su ciascun gambo.

È consigliabile, inoltre, controllare periodicamente se sono presenti delle macchie marroni sui petali o sulle foglie. In tal caso, dobbiamo trattarla con un fungicida.

La rosa nera, infatti, è molto delicata e può essere attaccata dai funghi.

In conclusione, Questa è la più bella rosa del Mondo ma quasi nessuno la coltiva anche se sfatando tutti i miti non è poi così difficile. Come abbiamo visto, infatti, la sua coltivazione non è molto diversa da quella di tutti gli altri fiori.

Approfondimento

Badiamo alla nostra salute anche in casa. Quali sono le piante che purificano l’ambiente?

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te