Quanti soldi ci vogliono nel 2022 per vivere bene in Italia e anche per decidere di smettere di lavorare

soldi

Vivere con pochi soldi al mese non è facile per nessuno. Anche in un Paese come il nostro, purtroppo, il problema relativo alla povertà degli individui e delle famiglie non è stato mai risolto del tutto.

Rispetto al passato, tuttavia, è anche vero che al giorno d’oggi ci sono misure importanti di sostegno economico, come il reddito di cittadinanza, ad esempio. In realtà, la povertà in Italia si può sconfiggere solo creando il benessere attraverso il lavoro che, pur tuttavia, in molte aree del nostro Paese, a partire dal Sud, scarseggia.

Detto questo, vediamo in linea teorica quanti soldi le famiglie dovrebbero avere in tasca per condurre una vita dignitosa e senza pensieri e quanto ne dovremmo avere da parte al fine prendere la decisione di smettere di lavorare.

Quanti soldi ci vogliono nel 2022 per vivere bene in Italia ed anche per decidere di smettere di lavorare

Al riguardo possiamo dire, prima di tutto, che nel nostro Paese per vivere bene, pensando a una coppia, occorre sempre lavorare in due. Con due stipendi, diciamo con 3.000 euro al mese, si può vivere bene in Italia. Questo specie se la casa è di proprietà e la famiglia non è numerosa. Ovverosia, se la coppia ha uno o al più due figli. Così come è sempre importante, anche se le entrate mensili sono elevate, evitare di indebitarsi.

Ecco quanti soldi ci vogliono nel 2022 per vivere bene in Italia, quindi. Fermo restando che l’ammontare delle entrate mensili ideale per vivere nel nostro Paese varia anche in ragione del tenore di vita. Lo stesso dicasi per chi si chiede quanti soldi servono per smettere di lavorare. Vediamo come e perché.

Quando denaro avere da parte prima di prendere la decisione di smettere di lavorare

Spesso quella di smettere di lavorare non solo è una decisione drastica, ma anche potenzialmente pericolosa a livello economico. Una cosa, infatti, è decidere di ritirarsi dal lavoro a 67 anni, magari con la pensione in tasca, un’altra cosa è invece quella di ritirarsi dal lavoro a 50 anni puntando sul gruzzolo che abbiamo da parte.

In questo ultimo caso, infatti, i soldi potrebbero finire prima della vecchiaia. Quindi, occorre sempre farsi bene i conti. Anche per quel che riguarda la possibilità di investire i soldi da parte per farli rendere. Per esempio, garantirsi un flusso di reddito mensile con gli affitti. E quindi comprando degli immobili da locare.

Lettura consigliata

Quanti soldi ci vogliono per andare a vivere da soli e per godersi la vita da single o con il partner

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te