Quando la lavatrice non prende l’ammorbidente durante il lavaggio potrebbe esserci un guasto o potremmo aver commesso questi errori rimediabili

Un tempo svolgere le varie faccende di casa era davvero una faticaccia. Basti pensare al bucato, da farsi obbligatoriamente a mano. Oggi, siamo molto più fortunati e tutti disponiamo di un elettrodomestico che lo fa al posto nostro: la lavatrice. Basta impostarla, avviarla e attendere. Non sempre, però, va tutto nel verso giusto, capita infatti che la nostra amica lavatrice faccia le bizze.

In determinati casi, bisognerà indagare sul perché e fare una diagnosi, di modo da sapere come risolvere. Diversi possono essere gli intoppi che si presentano, quale una lavatrice che produce troppo schiuma e che fuoriesce dalla guarnizione. Tra i più diffusi vi è, però, la lavatrice che non usa l’ammorbidente da noi inserito.

Possibili guasti

Nel momento in cui ci apprestiamo a fare il bucato, oltre a inserire il detersivo, il più delle volte mettiamo anche l’ammorbidente. Quest’ultimo dovrà andare nello scomparto giusto, ovvero quello indicato dal simbolo di un fiore. Solitamente è il più piccolo. Talvolta, però, la lavatrice non lo assorbe e notiamo che rimane fermo nel suo scomparto. Quando la lavatrice non prende l’ammorbidente, vi potrebbero essere varie cause alla base. Potrebbe, infatti, essere la spia di un guasto.

Spesso si tratterebbe di una delle elettrovalvole, uno dei rubinetti che consente il passaggio del liquido. Il problema all’elettrovalvola però potrebbe derivare anche da un danno alla scheda elettronica. In questi casi, non vi sono le condizioni che permettono all’ammorbidente di andare al di là della vaschetta. Nel caso di questi malfunzionamenti non ci rimarrà che chiamare un tecnico. Altre volte, però, potremmo risolvere semplicemente da noi senza grandi spese.

Quando la lavatrice non prende l’ammorbidente durante il lavaggio potrebbe esserci un guasto o potremmo aver commesso questi errori rimediabili

A provocare l’intoppo spesso sono alcuni nostri errori, compiuti in modo inconsapevole. Potrebbe dipendere dalla quantità e qualità dell’ammorbidente. Ad esempio, potremmo averlo messo superando la griglia dello scomparto che indica il livello massimo. O, ancora, potrebbe essere particolarmente denso. Nel primo caso dovremmo prendere l’abitudine di diminuire la dose.

Nel secondo invece potremmo provare a diluirlo con l’acqua. Spesso questi errori comporterebbero anche una sporcizia eccessiva nella vaschetta dei detersivi, tanto più se non la dovessimo lavare con frequenza. Lo sporco va a ostruire il foro attraverso il quale dovrebbe passare l’ammorbidente. Sarà dunque necessario pulire la vaschetta. Smontiamola totalmente seguendo le istruzioni della nostra lavatrice. A questo punto passiamola sotto l’acqua e aiutiamoci con le mani per togliere residui di detersivo e altre incrostazioni. Puliamo perbene il foro inferiore allo scomparto dell’ammorbidente. Se otturato serviamoci di un cacciavite. Riempiamo il cassetto di acqua e assicuriamoci che passi attraverso il foro. Se così non fosse dobbiamo lavorarci ancora di gomito.

Una volta ultimato, dopo aver pulito anche la griglia e la trammoggia, possiamo rimontare il cassetto. Ricominceremo, dunque, a usare tranquillamente la nostra lavatrice con l’ammorbidente senza timore di operazioni non andare a buon fine.

Lettura consigliata 

Per rimuovere ed evitare macchie gialle e bianche del sole su biancheria e vestiti stesi ad asciugare sono sufficienti questi rimedi della nonna

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te