Quando arriva giugno sono 6 le erbette aromatiche che dobbiamo piantare in vaso per rendere profumatissimi i nostri balconi

Con l’arrivo del caldo estivo, l’orto propone diversi lavori e svariate semine senza dover ricorrere al semenzaio ma utilizzando i campi aperti. Chi non ha la fortuna di avere un orto o un giardino può comunque avere tante soddisfazioni dalla passione per piante e coltivazioni. In particolare, l’inizio della stagione estiva ci porta la possibilità di piantare alcune erbette che potrebbero trasformare il nostro balcone. Anche i più piccoli spazi aperti potrebbero riempirsi di aromi e di colore grazie alle erbe aromatiche molto profumate che sono utili in cucina e per la preparazione di decotti lenitivi.

Chi segue le fasi lunari, in questo periodo può seminare piante che sviluppano foglie e frutti all’aria aperta, da preferire a bulbi e radici. In balcone, per esempio, il prezzemolo è una fonte di ricchezza con pochi uguali. Ha tantissime proprietà, si coltiva ogni 2 anni e si raccoglie 3 mesi dopo la semina.

Quando arriva giugno sono 6 le erbette aromatiche che dobbiamo piantare in vaso per rendere profumatissimi i nostri balconi

Il prezzemolo è perfetto per la coltivazione in vaso. Il vaso deve essere profondo perché le radici della pianta sono robuste. Una zona di penombra durante le ore calde e soleggiate quando la temperatura è moderata, ci permette di ottenere l’esposizione perfetta.

Anche salvia e basilico ci danno aromi importanti e la possibilità di utilizzi variegati in cucina. Il nostro balcone sarà più ricco con queste piante che, però, non dovremmo far crescere vicine. Il basilico, infatti, necessita di acqua e sole, mentre la salvia ha bisogno di terriccio asciutto e andrebbe piantata vicino al rosmarino. Questo perché il rosmarino, pur richiedendo maggiori innaffiate al momento dell’impianto, si accontenta di piccole quantità di acqua in seguito. Sopporta la siccità, mentre i ristagni sono deleteri e potrebbero farlo appassire in fretta. Alcuni preferiscono separare salvia e rosmarino per evitare errori nell’innaffiatura. In ogni caso, oltre che in cucina, queste piante sarebbero ottime per la preparazione degli infusi.

Una scelta completa

Quasi tutte queste piccole coltivazioni sarebbero utili per migliorare la digestione e lenire le infiammazioni dell’apparato respiratorio. Le allergie si moltiplicano con l’innalzamento delle temperature e abbiamo bisogno di rimedi naturali che si aiutino. Per esempio, la camomilla è preziosa in casi simili. Oltre a profumare lo spazio aperto del balcone, ci offre numerosi benefici per la protezione dell’organismo. La camomilla ama la luce e deve essere tenuta al riparo dal vento.

Quando arriva giugno sono 6 le erbette aromatiche con cui profumare il nostro balcone. Perché anche il timo non sopporta le basse temperature e con il caldo arricchisce le nostre coltivazioni in maniera produttiva. Ma non veloce. Il timo deve riposare un anno in un luogo asciutto e riparato prima di essere trapiantato in vaso all’inizio della primavera. Con queste piccole coltivazioni avremmo tanta varietà in casa e in cucina, vale la pena di curarle con amore e con molte attenzioni.

Lettura consigliata

L’olio extravergine italiano premiato a Los Angeles e quello ai primi posti della classifica mondiale spiccano per qualità e gusto

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te