Può stare anche in vaso questa spettacolare pianta rampicante per proteggere balconi e terrazzi da occhi indiscreti e riempirli di fiori

Con la primavera ormai ben più che avviata e l’estate alle porte la voglia di trascorrere un po’ di tempo all’aria aperta è quasi irrefrenabile. Questo, per chi vive in appartamento, significa spostare parte della propria vita casalinga su balconi e terrazzi, sfruttandoli per aperitivi, pranzi e cene o per un momento di relax.

Nonostante ciò, la vicinanza con altri condomini e dirimpettai potrebbe creare qualche imbarazzo, così come gli occhi curiosi dei passanti. Allora, per godersi in tutta tranquillità i metri quadri all’aperto che si hanno a disposizione l’unica cosa da fare sarebbe schermarsi. Tende avvolgibili, separé e canniccio per le ringhiere potrebbero essere delle ottime soluzioni. Tuttavia, anche le piante potrebbero darci una mano, con foglie, fusti e rami a prova d’impiccioni. Un esempio sarebbe proprio la varietà rampicante che scopriremo in questo articolo, perfetta per la vita in vaso e tempestata di vivacissimi fiorellini fino all’autunno.

Può stare anche in vaso questa spettacolare pianta rampicante per proteggere balconi e terrazzi da occhi indiscreti e riempirli di fiori

Regina dei giardini, da piantare in piena terra per coprire muri e pergolati, in pochi sanno che questa pianta rampicante crescerebbe indisturbata anche in vaso. Stiamo parlando della Thunbergia alata, conosciuta come “Susanna dagli occhi neri” per via dei suoi fiori che sembrano dotati dello sguardo intenso di un occhio.

Infatti, la parte centrale del fiore è di un deciso colore nero, come se fosse una pupilla, circondata da un’iride di petali arancioni o fucsia. Per molti, però, la Thunbergia alata non è pianta “da balcone”, forse perché l’idea di vederla in mezzo ad un prato è sensazionale. In realtà, potremmo tenerla in vaso e sarebbe perfetta da far arrampicare su ringhiere o grigliati per riparare i vari angoli dagli sguardi degli estranei.

Innanzitutto, una volta portata a casa dal vivaio dovremmo rinvasarla, per toglierla dalla plastica e farla crescere più rigogliosa. Dovremmo trasferirla in un vaso più grande di terracotta, abbastanza spazioso per ospitare la pianta ma anche il sostegno per i suoi rami rampicanti. Per quanto riguarda il terriccio, dovremmo sceglierne uno specifico per piante da fiore perché molto ricco di nutrienti e soffice. Nonostante ciò, prima di versarlo dovremmo disporre sulla base del vaso della ghiaia o dell’argilla espansa in modo da drenare bene l’acqua dell’innaffiatura. A tal proposito, dovremmo cercare di essere costanti, evitando di far seccare il terreno ed evitando ristagni nel sottovaso.

Qualche altra attenzione

Allora, può stare anche in vaso questa spettacolare pianta fiorita e rampicante, perfetta per il nostro balcone o terrazzo. Tuttavia, proprio perché non dispone di tanta terra da cui risucchiare nutrienti, la Thunbergia alata dovrebbe essere concimata durante tutto il periodo vegetativo. Da maggio a settembre dovremmo farlo con costanza, almeno una volta ogni 15-20 giorni. Infine, posizionandola in balcone o terrazzo, in una zona tra pieno Sole e ombra durante le ore più calde, non potrà crescere a dismisura. Per questo dovremmo potarla sempre durante il primo inverno e rimuovere i rami secchi alle soglie della primavera.

Lettura consigliata 

Basta ficus e dracena, è questa la pianta da interni più cool del 2022, così bella che tutti ne vorranno una

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te